Lunedi' 06 Luglio 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Cronaca
  • CORRIERE DELLA SERA.FERRUCCIO DE BORTOLI RICORDA L'AMICO WALTER TOBAGI....

CORRIERE DELLA SERA.FERRUCCIO DE BORTOLI RICORDA L'AMICO WALTER TOBAGI.

MILANO - A 30 anni dall'agguato terroristico che gli costò la vita, Walter Tobagi è stato oggi commemorato dal sindaco di Milano Letizia Moratti e dal direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli, in via Salaino 1, il punto dove cadde sotto il fuoco del commando della brigata 28 marzo. Alla cerimonia di commemorazione hanno preso parte la vedova Stella e i due figli del giornalista, Luca e Benedetta, accompagnati da numerosi rappresentanti delle associazioni delle vittime del terrorismo, come Antonio Iosa e Fortunato Zinni, superstite della strage di piazza Fontana. Il sindaco di Milano Letizia Moratti ha ricordato Tobagi come «una persona diventata eroe con il suo impegno quotidiano» e un professionista del giornalismo «esempio di libertà di pensiero e di ricerca della verità».  «Ogni volta che ci fermiamo a ricordare le vittime del terrorismo - ha affermato Letizia Moratti - non può essere un'occasione fine a se stessa, un momento solo rivolto al passato, ma deve diventare un impegno a vivere il rispetto dell'altro e delle idee differenti dalle nostre, perchè il ricordo del passato deve essere un ponte per il futuro».

Walter Tobagi assassinato in via Salaino, 28 maggio 1980
Walter Tobagi assassinato in via Salaino, 28 maggio 1980
QUELLA MATTINA - Commosso il ricordo del direttore del Corriere Ferruccio de Bortoli. «Quella mattina di 30 anni fa - ha affermato De Bortoli - avemmo tutti la sensazione che la lotta al terrorismo fosse definitivamente perduta. Dagli scritti di Walter Tobagi, invece, scoprimmo che la coscienza collettiva, unendosi, avrebbe potuto sconfiggere il terrorismo. La manutenzione della memoria spetta a tutti noi, non solo quella di Walter ma quella di tutte le vittime dell'odio cieco: una memoria viva che riscopre i legami che ci tengono uniti e i doveri di ciascuno di noi». «Il sacrificio di Walter - ha proseguito De Bortoli- ci ricorda che dobbiamo avere maggior rispetto per le istituzioni di questo Paese, rispetto anche nel senso di legalità, che a volte si perde. La memoria deve essere una memoria viva, che ci ponga delle domande, che ci faccia riflettere».

LE COMMEMORAZIONI - Alle 10 al cimitero di Cerro Maggiore il sindaco Antonio Lazzati e il direttore del Corriere hanno reso omaggio alla tomba di Tobagi. Alle 12.30 la commemorazione nell’atrio di via Solferino 28, sede del Corriere, con la deposizione di una corona di fiori davanti al busto di Walter Tobagi. I sindaci di Cormano, Bresso e Cusano


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.