Domenica 09 Agosto 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Politica
  • PROTEZIONE CIVILE.ANGELO BALDUCCI QUELLA TORTA DA 70 MILIONI CON VALERIO CARDUCCI....

PROTEZIONE CIVILE.ANGELO BALDUCCI QUELLA TORTA DA 70 MILIONI CON VALERIO CARDUCCI.

Roma 13 Febbraio 2010 (Corsera.it)

Possiamo chiamarli "gli sporchi affari degli uomini della Protezione Civile", dirigenti che hanno infangato il lustro di questa organizzazione efficiente,il sacrificio di migliaia di onesti volontari.

La torta della protezione civile lievitava oltremisura ,come dentro un forno magico.Racconta proprio questo al telefono ,l'architetto Casamonti che nel settembre del 2008,colloquiando con il padre si compiace di aver fatto lievitare di ben 70 milioni il costo di quell'opera che sta progettando per Valerio Carducci alla Maddalena.La sua parcella sarà di due milioni di euro...

Ricostruzione de Il Corriere della Sera.

Le imprese di Balducci
Come si sia riusciti a far raddoppiare il costo dell’ospedale è svelato in altri contatti tra gli imprenditori e i progettisti che hanno ottenuto l’incarico. Il primo agosto 2008 Valerio Carducci, titolare della Giafi Costruzioni, parla con l’architetto Marco Casamonti, ora indagato per concorso in corruzione, e gli comunica di aver informato De Santis che sarà lui a stilare il progetto. Venti giorni dopo il professionista telefona all’imprenditore. Annota il gip: «Gli riferisce esplicitamente di essere in grado di far lievitare l’importo complessivo dei lavori che gli sono stati affidati quando afferma "grazie al mio intervento... insomma di riuscire a far crescere anche gli importi capito... quello fidati... quello è una cosa che mi curo io. Guarda secondo me per fare quello che ci vuole... altri 60 milioni di lavori"». Il 7 settembre 2008 Casamonti «colloquiando con il proprio padre si compiace di aver fatto incrementare di 70 milioni di euro il costo dell’opera che sta progettando per conto di Carducci a La Maddalena aggiungendo che per tale progettazione gli danno una parcella di due milioni di euro». E nella telefonata afferma: «Bisogna dare un colpo al cerchio e uno alla botte». Del resto il meccanismo che regola la spartizione degli appalti sembra conoscerlo molto bene. E infatti è lui, parlando con un collega, a dichiarare: «Balducci ha avuto carta bianca... di usare le sue imprese... il che voleva dire neanche fare la gara d’appalto». In realtà Balducci ha avuto anche di più: sarebbero stati rintracciati alcuni conti intestati a prestanome sui quali avrebbe dirottato i soldi ricevuti in maniera illecita da alcuni imprenditori, e in particolare da Anemone.


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.