Lunedi' 28 Settembre 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Università
  • UNIVERSITA' CONCORSI.DON RODRIGO E I CONCORSI UNIVERSITARI...

UNIVERSITA' CONCORSI.DON RODRIGO E I CONCORSI UNIVERSITARI

Milano 17 Maggio 2010 (Corsera.it)

Con la stessa precisione temporale con cui giungono periodicamente gli storni, giungono ancora una volta i concorsi universitari. E anch'essi lasciano qua e là qualche traccia poco piacevole. Giungono, con i concorsi universitari, anche i Don Rodrigo, forti con i deboli e deboli con i potenti. Un uccellino (non uno storno) ci ha sussurrato che un potente Rettore della più grande Università romana è molto interessato ad un Concorso che è stato cortersemente  bandito da una piccola, umile e povera
Università: assai ....

povera perchè, strano caso, non ha mai usufruito di alcun finanziamento dello Stato.
Questa povera, piccola e umile Università, che ha solo sei anni di vita, ha bandito alcuni concorsi per individuare docenti idonei alle sue esigenze....
e può solo sperare, affidandosi al Signore, che  i vincitori saranno effettivamente idonei alle sue esigenze e non a quelle di altri......
E' chiaro che la povera, piccola e umile Università non dispone nè di locali, nè di personale sufficiente a svolgere contemporaneamente tutti i concorsi che ha bandito: quindi si è dato un certo ordine  che le consenta di evitare ....cattive azioni..... Dato che la umile, povera e piccola Università non commette e non vuole commettere mai ...cattive azioni.....
E' a questo punto che si staglia, grande e nervoso  sullo sfondo, Don Rodrigo......forse proprio quel potente Rettore citato nel cinguettio dell'uccellino. Don Rodrigo non accetta di mettersi in fila e manda messi, e chiede intercessioni di altri potenti... e insomma non si rassegna...
Ma la povera e umile e piccola Università che dovrebbe fare? Secondo Don Rodrigo si dovrebbe piegare... forse come la infelice Gertrude... Però, in questo caso, "la sventurata" non può e non vuole ripondere perchè  deve tutelare i diritti, magari, di altri poveri, umili e piccoli concorrenti.
Allora: quale è la morale della storia che ci ha raccontato questo uccellino?
Prima morale: sarebbe ora di abolire questo scandalo dei concorsi universitari che..... altro che affittopoli! Qui corrono prebende, nomine, immobili, familismi.. e chi più ne ha più ne metta Seconda morale: Don Rodrigo si prese il vaiolo mentre la povera, umile e piccola coppia di innamorati convolò illibata a giuste nozze e..... vissero felici e contenti .

scrivi a redazione@corsera.it 



Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.