Giovedi' 16 Settembre 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Editoriali
  • UNICREDIT CACCIATO PROFUMO,IL NUOVO PARTICOLARISMO POLITICO E FINANZIARIO ITALIANO....

UNICREDIT CACCIATO PROFUMO,IL NUOVO PARTICOLARISMO POLITICO E FINANZIARIO ITALIANO.

Roma 22 Settembre 2010 (Corsera.it)di Matteo Corsini

In un'Italia dove la politica non segue più gli ideali,ma è sopratutto una faida tra bande che se le suonano a colpi di ricatti e diffamazioni giornalistiche,dove ai valori sono state sostituite mignotte e viados,per soddisfare le frustrazioni dei propri complessi, la finanza non poteva essere da meno.La vicenda di UNICREDIT è il paradigma di questo nuovo particolarismo politico,che vede il bipolarismo imploso in una...

...miriade di partiti e partitini.La finanza italiana,sopratutto quella che anela all'interno delle banche,segue di pari passo il trasformismo politico dei padrini e i segnali di quella massoneria più o meno palese che condiziona le sorti del nostro sistema economico. Lo scontro sul predominio sulla UNICREDIT tra Gheddafi e i feudi finanziari italiani è la cartina di tornasole di quanto accade oggi in politica,sopratutto all'interno del PDL.Quando nacque il movimento politico di Silvio Berlusconi,ebbe gioco facile nel comandare,perchè alcun potentato politico era consolidato e le poltrone del potere non erano pienamente controllate.Oggi,dopo pochi anni di attività politica del PDL,i potentati politici sono delle sarabande granitiche,capaci di controllare e fagocitare poltrone.Sono bande politiche ormai autonome,che hanno trovato nelle mille pieghe del bilancio dello stato,le formalità per finanziarsi e quindi trovare l'indipendenza dal gran Capo,il Cavaliere di Arcore. La stessa LEGA NORD,autrice dello sfascio della banca padana CREDIEURONORD agli albori della sua carriera,oggi pone addirittura il veto alla scalata del Principe Gheddafi.Il sindaco di Verona Tosi squilla le trombe,chiama all'adunata i padani contro l'avvento degli arabi nel capitale della buona finanza italiana.Un semplice scontro di potere all'interno del PDL,dove la LEGA NORD si oppone al suo principale alleato,che quella banca oggi ha bisogno di controllare e condizionare.

Il particolarismo politico che si continua a sviluppare in Italia è sicuramente il preludio ad un federalismo sempre più acceso,che alla fine e necessariamente dovrà frantumare l'unità d'Italia,almeno quela fiscale.I popoli del NORD spinti dalla LEGA hanno capito prima degli altri,che per conservare potere e soldi,devono recidere il cordone ombelicale dalla CASA madre,dunque da una politica gestita dai poteri forti,dalle MAfie,dalla grande industria italiana.Oggi Comuni e Regioni sono in grado di fare la propria politica e di essere autonomi finanziariamente,anzi ci guadagnerebbero.

Ieri a Treviso,oggi toccherà a Roma e il Lazio.I confini della patria rimangono gli stessi,ma nel suo interno il sistema sociale ha trovato spunto per una ribellione,più profonda di quanto oggi i politici possono capire.(Corsera.it)

 

 

 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.