Venerdi' 07 Ottobre 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Mondo
  • STRAGE DI FARAH.IGNAZIO LA RUSSA LA COSCIENZA RIMORDE:BLINDATI LINCE INADEGUATI....

STRAGE DI FARAH.IGNAZIO LA RUSSA LA COSCIENZA RIMORDE:BLINDATI LINCE INADEGUATI.

Roma 10 Ottobre 2010(Corsera.it)

Non ho dubbi che Ignazio la Russa darebbe la vita per riportare in vita i suoi quattro soldati.Ma sta di fatto che i blindati LInce sono inadeguati,come lui stesso afferma.Ignazio La Russa deve adeguare gli equipaggiamenti dei nostri soldati nelle missione di pace,acquistando veicoli blindati ad altissima protezione,che purtroppo non fabbrica la FIAT.

 

AGI) - Milano, 9 ott. - A causare l'attentato in Afghanistan in cui hanno perso la vita quattro militari italiani e' stato un ordigno con una quantita' di esplosivo molto elevata, in grado di superare le difese dei mezzi Lince. Lo ha affermato il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, oggi in una conferenza stampa.
  Il convoglio composto da 70 mezzi, di cui 38 italiani, e' stato attaccato alle 9.15, ora afghana (7.15 in Italia) mentre attraversava un gruppo di casolari, 200 km a est...

....di Farah.
  Sotto il fuoco dei talebani i mezzi hanno deviato verso il ciglio della strada, dove e' avvenuta l'esplosione. "Il Lince - ha detto La Russa - era dotato di contromisure elettroniche, un sistema che impedisce l'attivazione di ordigni via radio o telefonino. Probabilmente si trattava di un ordigno a pressione, con una quantita' di esplosivo molto elevata, perche' i mezzi hanno dimostrato di saper resistere a bombe con grande potenziale. Noi comunque non ci fermiamo nella ricerca di misure per incrementare la sicurezza, valuteremo se sostituire i Lince con i Freccia, che pero' hanno meno mobilita'".
  La zona teatro dell'attentato, ha precisato La Russa, si trovava in precedenza sotto il controllo italiano, poi era passata sotto il comando di forze Usa, e recentemente e' stata restituita all'Italia. "Ho gia' convocato un incontro con il Capo di stato maggiore, generale Camporini, e altri alti comandi - ha detto il ministro - per verificare se sono necessarie altre misure. Ci si aspettava la pericolosita' del territorio, ma ora ci vuole un approfondimento, perche' i militari Usa che erano dislocati li' erano piu' numerosi dei nostri". La zona fa parte del cosiddetto 'Box Tripoli' affidata al Settimo Reggimento Alpini, di stanza a Belluno, con 450 uomini. .

Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.