Martedi' 05 Luglio 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Mondo
  • WIKILEAKS SCOOP. SILVIO BERLUSCONI TROPPO SESSO DEBOLE E INEFFICACE....

WIKILEAKS SCOOP. SILVIO BERLUSCONI TROPPO SESSO DEBOLE E INEFFICACE.

Roma 28 Novembre 2010 CORSERA.IT

Silvio Berlusconi scopa troppo e quindi è un debole.Troppe feste e dunque inefficiente.Una grossa bufala quella di Wikileaks,che ancora non comprendiamo bene chi siano e cosa vogliano.Lo scoop mediatico di Wikileaks si è rivelato una bufala stratosferica.La grande attesa per le pubblicazioni dei file del dipartimento di Stato americano,sono banalissimi report dell'intelligence diplomatica americana.Addirittura esilaranti quelli su Silvio Berlusconi,redatti da una certa Elizabeth Dibble,la quale descrive il Premier italiano Silvio Berlusconi come inetto vanitoso e incapace.

«VANITOSO» - Sul britannico Guardian in un documento inviato a Washington dall'incaricata d'affari americana a Roma Elizabeth Dibble si afferma che Silvio Berlusconi è stato, come moderno leader europeo, un «inetto, vanitoso e incapace (in originale feckless, vain, and ineffective), inefficace come leader». In un altro rapporto da Roma si dice che Berlusconi è «fisicamente e politicamente debole». Le sue «frequenti lunghe nottate e l'inclinazione ai party significano che non si riposa a sufficienza».

DUBBI CLINTON - Invece in un documento riservato anticipato dal sito Wikileaks e pubblicato dal settimanale tedesco Der Spiegel.Il segretario di Stato americano, Hillary Clinton, ha chiesto all'inizio di quest'anno alle ambasciate americane a Roma e Mosca informazioni su eventuali «investimenti personali» dei premier Silvio Berlusconi e Vladimir Putin che possano condizionare le politiche estere o economiche dei rispettivi paesi.

«FESTE SELVAGGE» - Rivelazioni anche sull'edizione online di El Pais che ha iniziato la pubblicazione mettendo in copertina le fotografie di sette leader mondiali, fra i quali Silvio Berlusconi, con una citazione estratta da una nota americana: «Le feste selvagge di Berlusconi» e viene evidenziata la «sfiducia profonda che suscita a Washington». A proposito del premier di Mosca il giornale spagnolo afferma che i documenti «pongono in evidenza il sospetto americano che la politica russa sia nelle mani di Valdimir Putin, giudicato un politico di stampo autoritario, il cui stile machista gli consente di collegarsi perfettamente con Silvio Berlusconi».


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.