Sabato 26 Novembre 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Mondo
  • GAZA DOPO LA STRAGE NUOVI RAID ISRAELIANI.I FIGLI IMMAGINARI DI PALESTINA....

GAZA DOPO LA STRAGE NUOVI RAID ISRAELIANI.I FIGLI IMMAGINARI DI PALESTINA.

Gaza 28.12.08 (corsera.it) Ultimissima ore 9.30.Aggiornamenti continui dalla Striscia di Gaza ogni dieci minuti.In esclusiva per Corsera.it.60 edizioni quotidiane on line su ogni avvenimento nel mondo.

 a cura di Matteo Corsini

Un ennesimo urlo all’alba,un ennesimo raid israeliano,forse altri missili Qassam della resistenza di Hamas. La chiamano così da queste parti. Ma forse è incoscienza perché questa guerra uccide tutti qui a Gaza,stermina la popolazione,ha ucciso mio zio,mia zia,mio nonno e i miei fratelli. Non so dove sia mia madre e mio padre,che anche lui è un pazzo fanatico in cerca di vendetta,l’odio è dipinto sulle sue labbra quando grida,il cuore gli esce fuori dalla camicia per quanto è disperato.Hamas si organizza,questa notte molte riunioni si sono succedute in cerca dei nuovi kamikaze,sono ragazzi della mia età che domani moriranno .Io non ho il coraggio di farlo,anzi ho convinto alcuni amici a rimanere nascosti. La gente li crederà morti e potranno sottrarsi allo scempio delle loro carni. La risposta dei nostri sarà terribile,senza frontiere.Forse da qui,dalla Striscia di Gaza altri gruppi fondamentalisti poi colpiranno alla cieca ovunque nel mondo.Da qui non vedo nulla che il mare che dorme tranquillo,da qui non ascolto nessuno che ci possa aiutare.(continua all'interno)

 

Da qui oggi ricomincerà un altro giorno di odio e attendiamo la guerra che segna le ore del nostro destino,la vita qui all’Inferno non ha neanche più sapore. La preoccupazione principale è che oggi  non si troverà pane a sufficienza per tutti,poco latte,qualche verdura. Più tardi incontrerò mio padre,ma forse oggi non ci sarà neanche più lui. Andrò al solito posto a depositare quei pochi fiori sulla sua tomba,è un cumulo di sabbia in riva al mare,ai suoi piedi pregano persone che non avevo mai visto prima. Sono disperato aiutatemi.

I figli immaginari della Palestina.

 

 

Fonte La Stampa uno dei migliori articoli premiati dalla redazione di Corsera.it .

GAZA
L’aviazione israeliana ha condotto nuove incursioni aeree contro la zona meridionale della Striscia di Gaza. Lo riferiscono testimoni oculari secondo cui nel raid è stato colpito un camion cisterna nei pressi del valico di Rafah, alla frontiera con l’Egitto. Il camion ha preso fuoco provocando incendi nelle abitazioni circostanti. La radio di Hamas, che controlla la Striscia di Gaza, ha parlato di numerosi morti e feriti, ma la notizia non è stata confermata dai servizi ospedalieri della zona. Da Tel Aviv, una fonte militare israeliana si è limitata a confermare che «gli attacchi contro le basi di Hamas nella Striscia di Gaza continuano».

La stessa fonte ha precisato che l’aviazione israeliana ha continuato a condurre nella notte «un certo numero di incursioni, in particolare contro una moschea della zona di Rimal, nella città di Gaza, dove si nascondevano terroristi». La radio pubblica israeliana ha parlato di una ventina di incursioni dell’aviazione lanciati nella notte contro la Striscia di Gaza.

Ieri Israele ha sferrato massicce incursioni aeree contro Hamas nella Striscia di Gaza, uccidendo circa 230 palestinesi e ferendone altri 400 in rappresaglia alla ripresa dei lanci di razzi dal territorio controllato dagli integralisti islamici. Un’operazione militare terrestre contro Hamas nella Striscia di Gaza è possibile. Lo ha dichiarato il ministro della Difesa israeliano, Ehud Barak, citato da un portavoce del suo dicastero. «Siamo pronti a tutte le eventualità. Se necessario impiegheremo le truppe per difendere i nostri cittadini». Sono oltre 270 i morti palestinesi nei raid aerei israeliani lanciati da ieri sulla Striscia di Gaza per colpire il movimento estremista Hamas. Il nuovo bilancio è riferito dai servizi di pronto soccorso della Striscia. «Contiamo 271 morti e 620 feriti da ieri, di cui 6 morti oggi negli ultimi attacchi» afferma Mouawiya Hassanein, capo dei servizi di pronto soccorso e da ieri principale fonte d’informazione sul numero delle vittime dell’offensiva


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.