Venerdi' 21 Gennaio 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Mondo
  • GAZA INTERVIENE IL CONSIGLIO DI SICUREZZA DELL'ONU.STOP ALLE VIOLENZE....

GAZA INTERVIENE IL CONSIGLIO DI SICUREZZA DELL'ONU.STOP ALLE VIOLENZE.

Gaza 28.12.08 (corsera.it) Ultimissima breaking news delle ore 12.00.Segui in diretta gli avvenimenti nella Striscia di Gaza.aggiornamenti ogni cinque minuti.Previste 70 edizioni on line oggi.

NAZIONI UNITE (Reuters) - Il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha chiesto oggi l'immediato stop di tutte le violenze a Gaza dopo che il bilancio delle vittime è salito a oltre 270 nel secondo giorno di bombardamenti aerei da parte di Israele in risposta al lancio di razzi e colpi di mortaio da parte di militanti islamici da Gaza oltre confine.

 

"I membri del Consiglio di sicurezza esprimono seria preoccupazione per l'escalation della situazione a Gaza e chiedono un immediato stop di tutte le violenze", recita il comunicato letto dal presidente Neven Jurica, ambasciatore croato.

"I membri chiedono alle parti di porre fine immediatamente a tutte le attività militari".

Fonti mediche palestinesi parlano finora di 271 morti in più di 24 ore di bombardamenti sulla Striscia di Gaza. Dall'inizio del raid, un israeliano è stato ucciso da un razzo lanciato dai palestinesi.

Fonti diplomatiche hanno fatto sapere che la riunione straordinaria del Consiglio è stata richiesta dalla Libia, unico paese arabo a farne parte.

Il comunicato, concordato dopo quattro ore di riunione a porte chiuse, chiede a tutte le parti di considerare "i seri bisogni economici e umanitari a Gaza".

Diplomatici di vari paesi hanno detto di aver preferito un comunicato "cauto" sul quale tutti i 15 membri del consiglio concordassero, piuttosto che continuare a discutere su chi sia da accusare per ciò che sta avvenendo


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.