Domenica 14 Agosto 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Politica
  • VILLARI :EPURAZIONE STALINISTA E LA RICOTTA DI OCCHETTO....

VILLARI :EPURAZIONE STALINISTA E LA RICOTTA DI OCCHETTO.

Roma 21,Nov.(Corsera.it) Non ha da ridere molto Walter Veltroni alla sua conferenza stampa perchè la vicenda che lui crede incresciosa per il senatore PD,in realtà ha coperto di ridicolo lo sfascio del carrozzone dei Democratici che non ha mai conosciuto un livello così basso di consensi del paese da quando si è insediato lui alla guida.Walter Veltroni anche in questa vicenda dimostra di non essere adatto a leader della sinistra italiana,la poltrona di Sindaco gli era anche troppo di peso.Il Senatore Villari ha messo sottoscacco il PD e con lui i volti sbaruffati dei Franceschini e dei Rutelli che ormai vivono dietro le siepi in aspettativa della morte di Silvio Berlusconi.L'ometto di settantadue anni gli ha maltrattati per benino,ma la vittoria viene da lontano,dalla cultura perdente di questa sinistra castrista,che alla raggiante atto di indipendenza dimostrata da un rappresentante del popolo italiano risponde con l'epurazione stalinista.

Roma 21,Nov.(Corsera.it) Si dovrebbe educare il popolo all'indipendenza,al lavoro autonomo,eppure i cancri micidiali di questo paese sono rappresentanti proprio da loro,gli ex esponenti castristi o stalinisti e Guglielmo Epifani il leader della CGIL l'Uomo che immagina nel suo egocentrismo perverso di essere una guida dei lavoratri italiani.Nulla di più becero,di meno edificante che avere un difensore del centralismo statale,difensore di quella cultura devasante dell'impiego pubblico,la cultura insomma che anzichè liberare gli individui dal lavoro ne alimenta la dipendenza,perchè l'informe e mostruosa macchina della loro organizzazione politica possa funzionare e permettere al maggiordomo di Corte Gugliemo Epifani di mostrare il suo viso pasciuto,levigato dalle creme delle massaggiatrici in televisione.Gugliemo Epifani  Walter Veltroni due non lavoratori al comando di milioni di persone che si fanno il  mazzo .

Villari è un esempio di indipendenza,fuorviata dai canoni logici del militarismo politico imposto dai PD,memori della loro provenienza comunista e fratricida,finti liberali che quado possono proprio come dimostra il caso Villari passano alle maniere forti,metodi criminali ed epurano la vittima del loro bieco e cinico interesse che ha condotto questo paese alla distruzione,al collasso.NOn ci sono mezzi termini per definire gli effetti dirompenti del comunismo,gli effetti di quella cultura ideologica che ammanta di terrore il futuro,che si batte contro il precariato,quando dovrebbe la disoccupazione diventare uno stimolo per i molti a diventare indipendenti e non a ciarlare o pisciarsi addosso in cerca del lavoro fisso.Proprio quando non c'è futuro che il popolo si forgia,proprio quando ci sono le difficoltà gli individui escono fuori,proprio quando la differenza tra povertà e bambagia edifica l'Uomo libero.Guardiamo  chi sono gli imprenditori di oggi,gente venuta dal sud senza niente,magari figli di pecorai,senza istruzione.Un caso eclatante è proprio in terra rossa a Capalbio a Pescia Fiorentina,un falegname tal De Masi di 45 anni (da lui dopo la sconfitta OCCHETTO andava a mangiare la ricotta),oggi è a capo di una falegnameria Legnarte con 70 dipendenti,fatevi raccontare la sua storia e capirete cosa può edificare le difficoltà ,la fierezza e la dignità dell'UOMO che lavora,del singolo che si inerpica per le strette vie della difficoltà,fino a giganteggiare.E guardate intorno a lui quelli che sono stati aiutati dall'ideologia del pubblico impiego,camminano a stento,non sanno dove orientarsi e chiedono alla mamma un posto sicuro.Questa gente è stata dramamticamente uccisa dai balordi della politica,da quelli che parlano  per non lavorare,che non hanno idee e duqnue misure per poter venire fuori da questa tragedia della recessione,sarebbe come affidare una barca nel pieno della tempesta ad un comandante che non ha mai navigato.Società rurale e caro Walter e caro Epifani andate a mangiare la ricotta dal De Masi a Pescia Fiorentina come ha fatto il vostro predecessore Occhetto,quando perse il potere e aderenza con la realtà e fatevi spiegare dal falegname calabrese cosa è l'economia.Un consiglio


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.