Giovedi' 06 Agosto 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Cronaca
  • SARA TOMMASI SILVIO BERLUSCONI MEGLIO DI ROCCO SIFFREDI....

SARA TOMMASI SILVIO BERLUSCONI MEGLIO DI ROCCO SIFFREDI.

Roma 10 Febbraio 2011 CORSERA.IT

Il cazzone di Silvio Berlusconi spaventa l'Itala,troneggia come un totem sulle principali riviste internazionali del pianeta,è il simbolo fallico dei latin lavor italici,un emblema del successo,una chiave di marketing turistico sessuale per il Bel paese.Prepariamoci ad una ricca invasione di turiste tedesche e olandesi,anche americane.Silvio Berlusconi avvolge se stesso di quella patina mitologica, che una volta apparteneva soltanto ai protagonisti delle pellicole di Cinecittà e di...

.....Hollywood.Adesso è lui il protagonista assoluto del sesso selvaggio,lui molto più di Rocco Siffredi o di Robert De Niro.Silvio Berlusconi le ama e se le scopa tutte,bianche e nere,musulmane e orientali,le scopa in coppia,in tris,in quaterna romana,al moltiplicatore svizzero.Insomma una vera macchina del sesso.Tutti a deliziar il reale augello del Premier Silvio Berlusconi,anche Vittorio Sgarbi pare sia della partita.Sara Tommasi dichiara che il critico d'arte l'abbia portata con sè in Bulgaria,rapita in una notte di plenilunio.Anche l'opposizione non fa altro che parlare del Cazzone del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi,una sorta di gemello di sangue di Rocco Siffredi.I cazzoni d'Italia,fanfare che spiegano le vele della politica,incapace di progetti e idee.

Invaghita di Lui,parla Sara Tommasi,che ha perduto la testa per il Premier Silvio Berlusconi,innamorata del personaggio,del suo stile di vita,del suo jet,delle sue ville,dei soldi e del profumo del miliardario.Ma adesso si è pentita,il Premier si è preso gioco di Lei,forse l'ha soltanto usata per deliziare il suo reale augello e poi l'ha mollata nel dimenticatio come tante altre sgallettate.La frustrazione adesso è profonda e l'anima non si da pace,perchè forse la scommessa di ognuna di queste deliziose meteorine è quella di mettere la catena al collo di Silvio Berlusconi,la Volpe.

CORSERA.it copyright 

CORRIERE DELLA SERA RICOSTRUZIONE.MILANO - «Non sono una escort. Sono vittima di persecuzioni e ricatti continui e non mi sento tutelata»: così Sara Tommasi, la showgirl e attrice che avrebbe avuto rapporti con il premier e anche con esponenti legati alla camorra, attualmente in vacanza a Dubai, parla all'Ansa dello scandalo che l'ha travolta.

                         BERLUSCONI - «Berlusconi mi ha colpita positivamente la prima volta che l'ho visto - aggiunge - Oggi posso dire di essere delusa. Uno scandalo del genere può coinvolgere una starlette come me ma non un politico, che dovrebbe dare il buon esempio». Sara Tommasi si dice poi «assolutamente tranquilla» e spiega: «Il mio lavoro mi porta a contatto con un certo ambiente e con personaggi del calibro di Berlusconi, Gheddafi, Putin. Non mi pento di niente, cosa avrei dovuto fare? Non lavorare nello spettacolo?».
Le parole della Tommasi arrivano proprio nel giorno in cui le forze dell'ordine hanno perquisito la sua casa milanese nell'ambito dell'inchiesta di Napoli che la vede coinvolta. E del botta e risposta indiretto con la figlia del premier Marina Berlusconi, che ha replicato alla pubblicazione del testo di alcuni sms dell'attrice che la coinvolgevano dicendo: «Scopro dalla lettura dei giornali che una signorina che non ho mai conosciuto, in un messaggino inviato ad una persona che non ho mai conosciuto, sostiene che farei parte di un non meglio precisato giro squallido, come è noto, gli unici "giri" che frequento sono quelli di mio marito e dei miei figli».

IL RAPPORTO CON LA MINETTI - In un'altra intervista, questa volta a Novella 2000 in edicola giovedì la Tommasi precisa alcuni aspetti del suo carattere: «Il mio problema è un impulso insopprimibile a fare sesso. Ma non sono una prostituta. È che mi sciolgono la droga nei bicchieri...» Però ammette: «Certo, se un ministro mi offrisse 15mila euro... ma è solo un'ipotesi». E poi ancora su Ronaldhino: «Frequenta gente che sembrano narcotrafficanti», racconta Sara. E su Sgarbi: «Mi ha portato con Berlusconi in Bulgaria, il giugno scorso». Infine della Minetti, attuale fidanzata del suo ex Giancola, la Tommasi dice che «pensa solo ai soldi ed è malata di shopping».

IL MISTERO DEL CELLULARE - In un'intervista a La7 poi ha dato la sua versione su suoi sms al premier: «Il cellulare l'ho perso un migliaio di volte. Il numero di Berlusconi ce l'ho in rubrica: avendolo perso in taxi, magari qualcuno ha trovato il cellulare e ha mandato dei messaggi. Magari un agente, un agentucolo, gente legata a Corona, a Lele Mora, che poi l'ha usato per far casino, per far le serate». Sull'ambiente in cui si sta sviluppando l'inchiesta ha aggiunto: «Vuol dire che c'è un sistema che mette droga nei bicchieri. Capita con Corona, capita con Lele Mora». Alla domanda se intende andare dai Pm di Napoli ha risposto: «Spero di sì, spero che mi chiamino perchè finora mi hanno chiamato soltanto i giornalisti».

Redazione online

 

 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.