YARA GAMBIRASIO OMICIDIO ENRICO TIRONI DIETRO LO SGUARDO L'INFERNO.

Brembate di Sopra 12 Marzo 2011 CORSERA.IT

L'enigma del delitto di Yara Gambirasio si fa sempre più forte,si moltiplica,diventa ossessivo.La sua scomparsa,l'uscita di scena,il sentiero,i suoi rapitori,l'automobile,i cani molecolari.Tutto porta dovunque,tranne nel luogo giusto,dove si doveva cercare fermando la mano dell'assassino.Sul corpo straziato di Yara,gli inquirenti hanno trovato delle tracce di dna,forse l'indizio che gli assassini...

.....siano stati due,un uomo e una donna.Enrico Tironi parlava di due uomini,un marocchino e un rumeno,ma dietro il suo sguardo si infittisce il mistero.Il ragazzo perbene della porta accanto,alcuni giorni dopo,ritratta la sua dichiarazione,si è inventato tutto.Eppure l'enigma del delitto di Yara Gambirasio parte proprio dal suo sguardo,quelle parole pronunciate a caldo,il filo labile di un'ipotesi che diventa testimonianza concreta,di un fatto,qualche fotogramma prima dell'omicidio.Possiamo vedere e rivedere il filmato della sua prima intervista,per comprendere che Yara parte da lui,anche la sua meticolosa descrizione,il pullvoer azzurro,la coda di cavallo.Dietro lo sguardo di Enrico Tironi la realtà si confonde con il sogno o il ragionamento,ma assume la forma degli spettri,anime rancorose che urlano nella notte,tagliano il corpo di Yara a fette,come fosse una vittima sacrificale.Un rito o una condanna a morte decisa molto tempo prima?

Dietro lo sguardo e nella vita di Yara appare l'Inferno,quel circolo vizioso in cui qualcuno rincorre qualcosa,ed altri fuggono,verso dove non sapremo mai.Chi viveva accanto a Yara,cos' pericolosamente,da non far sospettare nessuno della sua presenza? Chi adorava Yara? Chi voleva prenderla con sè per sempre?Perchè Yara? Proprio lei,in un'ora insolita,per un incontro casuale,quel regalo per le maestre di ginnastica.

 

CORSERA.IT COPYRIGHT

 

 

 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti