Giovedi' 16 Settembre 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Editoriali
  • GIUSTIZIA PROCESSO BREVE UN'ALTRA VITTORIA PER SILVIO BERLUSCONI....

GIUSTIZIA PROCESSO BREVE UN'ALTRA VITTORIA PER SILVIO BERLUSCONI.

Roma 7 Aprile 2011 CORSERA.IT di Matteo Corsini

Non sono un berlusconiano e voi lo sapete,ma giuro di non aver mai assistito a tanto odio nella mia vita e a tanta invidia.

Mai visto tanto odio sprigionarsi contro un uomo,mai vista tanta sete di vendetta,mai visto tanto feroce clamore,mai visto un paese così diviso,che impietosamente sancisce la sua follia.

Mai vista tanta invidia,mai vista tanta incapacità di battersi sui fatti e non nelle aule di tribunale.Si monta un caso giudiziario devastante su Ruby Rubacuori Regina dei....

....sorrisi,ci si accanisce per una scopata.

 Processo breve,prescrizione ridotta,amnistia sostanziale.L'Italia è con Silvio Berlusconi,mandiamo a casa i giustizialisti di ogni ora.Sul processo breve si costruisce una nuova Italia,quella operosa e dall'altra parte rimangono i derelitti,gli impazziti,i feroci,i comunisti e i cornuti.In questo momento di odio e vendetta,quasi da caduta del regimer fascista,dobbiamo unirci a quanti in Italia credono nella giustizia

...celere,altrimenti siamo tutti schiavi del sistema,della burocrazia,appesi alle volontà dei corrotti.

Quella sul processo breve rischia di trasformarsi in un'altra grande vittoria del condottiero Silvio Berlusconi,ormai soitario nelle sue battaglie e nella politica.Ma l'Italia intera tifa per le modifiche al processo in Italia.

La bagarre dell'opposizione è violenta e feroce,ma anche questa volta rischiano di perdere la faccia e i voti.

 

CORSERA.IT COPYRIGHT

E immediata è arrivata la nota di stigmatizzazione dei vertici del Popoli della libertà. "Nel momento in cui - scivono Maurizio Gasparri e Gaetano Quagliarello - dai massimi vertici dello Stato provengono appelli alla leale collaborazione fra le istituzioni e al rispetto della distinzione fra i poteri, sorprende l'ostinazione del Csm nel conformare l'oggetto e la tempistica dei propri lavori al calendario dell'attività delle camere, interferendo nel confronto parlamentare già in atto sul contenuto di determinati provvedimenti".

Ma il vicepresidente dell'organo di autogoverno non si scompone. "Il Csm - ha detto ai giornalisti - a larga maggioranza ha espresso la sua preoccupazione sulla misura di legge che prevede la riduzione dei termini di prescrizione. Lo ha fatto attenendosi rigorosamente alle proprie competenze senza toccare profili di valutazione di costituzionalità e indicando le ricadute che avrà sul sistema".

Dello stesso avviso il Pd. "Il ministro Alfano - dice Donatella Ferranti capogruppo in commissione Giustizia -

non può non tener conto del documento del Csm sul processo breve approvato a larga maggioranza. E le polemiche del Pdl sulla legittimità di questo documento sono inconsistenti, è la legge istitutiva del Csm che


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.