Venerdi' 09 Dicembre 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Mondo
  • EGITTO IL CAIRO SARA' PUGNO DI FERRO CONTRO LUOGHI DI CULTO...

EGITTO IL CAIRO SARA' PUGNO DI FERRO CONTRO LUOGHI DI CULTO

AGI) - Il Cairo, 8 mag. - Il Consiglio Supremo delle Forze Armate, che regge temporaneamente l'Egitto dalla caduta del regime di Hosni Mubarak, ha annunciato misure durissime per tutelare la "sicurezza nazionale", dopo i nuovi, violenti scontri inter-religiosi al Cairo tra musulmani e copti, che hanno provocato almeno dodici morti e 232 feriti nel solo quartiere nord-occidentale di Imbaba. Contro i perturbatori dell'ordine pubblico saranno applicate le leggi anti-terrorismo, ha fatto sapere la giunta, in particolare nei confronti di chi "attacchi i luoghi di culto e la liberta' di religione". Costoro, ha ammonito il ministro della Giustizia egiziano Mohammed Abdel Aziz el-Guindy, "minacciandola cercano di mettere a repentaglio la sicurezza nazionale", e pertanto saranno trattati alla stregua di criminali con "pugno di ferro", e con la "immediata e ferma applicazione" delle norme penali in materia. I disordini a Imbaba erano scoppiati ieri, dopo che un manipolo di musulmani avevano assaltato la chiesa copta di Santa Mena, dove a loro dire sarebbe stata tenuta segregata contro la sua volonta' una donna, di fede anche lei cristiana, ma decisa a convertirsi all'Islam per poter sposare un uomo di tale fede. Le forze di sicurezza a stento erano riuscite a riassumere un minimo di controllo sul quartiere, effettuando non meno di centonovanta arresti: le persone fermare saranno poi processate da una corte militare. Nella zona le strade sono ancora sbarrate con cordoni di sicurezza eretti dagli agenti in assetto anti-sommossa, mentre sul quartiere e' piombato un black-out a causa dei danneggiamenti inferti alla rete elettrica durante i tumulti. Inserisci il testo della notizia

Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.