Cesare Battisti. Negata l ' estradizione al pluriomicida. Il compagnero Lula cede alle pressioni di Sarkozy.

15.1.2009(corsera.it) di Renato Corsini . 

In Francia dilaga sulla stampa la scoperta di un covo di terroristi a Tarnac.

Perseguitato politico, quindi degno d’asilo politico. Il compagnero Lula ostaggio di Sarkozy. Nel suo recente viaggio in Brasile il presidente francese ha chiesto al governo brasiliano di accogliere la richiesta di asilo politico per Cesare Battisti. Si dice che Sarkozy abbia ceduto alle pressioni della nuova Caterina dei Medici al secolo Carla Bruni auspice della negazione di estradizione della brigatista Petrella in Italia. Brave persone dalle mani lorde di sangue di omicidi di persone innocenti compiuti per motivi politici. Esulta la sinistra radicale che nel suo credo politico coltiva l’odio. Che vergogna compagnero Lula.

 Che vergogna per la Francia. Il governo italiano ha reagito malissimo alla brutta notizia.La Farnesina ha convocato d’urgenza l’ambasciatore del Brasile. E’ stata avanzata per via diplomatica la revisione del caso Battisti. Non è certo un bel momento nelle relazioni bilaterali Italia- Brasile. Perché mi domando prendersela. Il sangue degli innocenti ricade su tutti coloro che si sono prodigati per consentire alla Petrella e a Battisti di sfuggire alla giustizia italiana. Attori venuti allo scoperto collusi con due assassini. Peggio per loro. Bollati dalla vergogna. Lasciamo che costoro rimangano nel liquame dei loro misfatti. I criminali hanno la fortuna di non riconoscere il male inflitto al prossimo e riescono a vivere in pace con se stessi. Non avvertono la puzza che emanano. In Francia l’opinione pubblica è scossa dalle notizie della scoperta di un covo di terroristi in una fattoria  a Tarnac piccolo borgo antico. Notizie allarmanti che appaiono sulla stampa francese preoccupata che il fenomeno del terrorismo italiano di cui Battisti ne era un esponente dilaghi sul suolo nazionale. La sinistra radicale alla notizia di arresti compiuti dalla polizia è insorta. Si scaglia contro il potere e si appresta alla difesa dei terroristi. E’ stato accertato un collegamento dei terroristi di Tarnac con gli anarchici insurrezionalisti italiani attivi, sebbene in sonno,in Liguria. I servizi segreti sono stati allertati. Chissà se dovesse capitare che la nostra polizia catturi un terrorista di Tarnac. Mi farebbe piacere e appoggerei una eventuale richiesta di asilo politico del  malcapitato.

Renato Corsini.

 

 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti