Lunedi' 28 Novembre 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Economia
  • PIAZZA AFFARI TEMPESTA DI SANGUE EUROPA SULL'ORLO DEL BARATRO...

PIAZZA AFFARI TEMPESTA DI SANGUE EUROPA SULL'ORLO DEL BARATRO

Milano 24 Giugno 2011 CORSERA.IT

Tra banche e mattoni,finanza e immobiliare.Crolla il mercato a Piazza Affari,due chiacchiere su banche e mattoni con Matteo Corsini Presidente di Global Capital.Tempesta sui titoli bancari italiani dopo il warning rating dell'agenzia Moddy's.

"Tutto come previsto" racconta Matteo Corsini di Global Capital."La speculazione sui titoli bancari italiani è la più attraente nel mondo  in questo momento.E l'outlook negativo di Moody's ha fatto la sua parte,per scatenare le vendite allo scoperto."

Redattore:Crede che non sia una coincidenza?

CORSINI:C'è da crederlo,se pensiamo che i mercati attendono febbrilmente cosa accadrà martedi' 28 Giugno in Grecia.Siamo sull'orlo di un baratro e potrebbe andare a vuoto la prima votazione sul programma di austerity del Governo di George Papandreou."

Redattore:Cosa succederè allora?

CORSINI: Non è un'ipotesi peregrina che....

....martedì i mercati azionari europei potrebbero crollare,qualora il voto sulla riforma venisse rigettato.Saremmo difronte allo scenario IMPROBABILE,ma che potrebbe concretizzarsi.Sicuramente il dr.Mario Draghi questa sera dovrà prendere la decisione si assicurare i mercati internazionali,assicurando gli aiuti finanziari necessari alla grecia,anche qualora la prima votazione andasse a vuoto.Se non lo facesse,i mervcati del pianeta prenderebbero fuoco martedì.

REDATTORE:Ma nonc rede che una dichiarazione del genere potrebbe fare il gico dell'opposizone comunista e di eventuali franchi tiratori,interessati a ricattare il Governo per nuove concessioni?

CORSINI:il piano del Ministro delle finanze Venzingales è ottimo,perchè introduce una patrimoniale secca per i redditi più alti e questo è sempre ben viosto dalle opposizioni di sinistra.Ma la maggioranza è esigua nel parlamento greco e la probabvilità che il piano venga bocciato,sono molto concrete.Se io fossi Mario Draghi,ripeto,starei molto attento a non farmi bruciare le dita da una eventual esplosione di un voto negativo.Meglio stare sul pezzo,altrimenti la UE e FMI dovranno intervenire a caos esploso.I mercati potrebbero reagire con drastici panic selling,sopratutto sul settore bancario.

REDATTORE:non crede che sia strano che i politici italiani non abbiano preso alcuna iniziativa a tal riguardo?

CORSINI:Ma cosa crede che ci sia qualcuno in grado ci comprendere cosa sta accadendo? Non c'è nessuno che possa indicare una direzione,perchè l'unica strada da intraprendere è assumersi il fardello dell'enorme debitop pubblico greco e lasciare che il paese fallisca.

REDATTORE:Lei teme un voto mnegativo il 28 Giugno?

CORSINI:Io penso che potrebbe anche manifestarsi l'imponderabile e la UE e FMI devono prendere posizione in anticipo a prescindere.

REDATTORE:Le banche italiane?

CORSINI:Purtroppo saranno vendute,questa tempesta perfetta è il preludio al passaggio di una generazione.I nostri istituti sono troppo piccoli per competere a livello globale,forse staranno in piedi Intesa Unicredit,ma le altre dovranno prima o poi mollare la presa della maggioranza.In primis vedo Monte dei Paschi di Siena,se la crisi continua,la fondazione dovrà allontanarsi per ovvie ragioni.L'aumento di capitale,sembra di capire che copprirà in parte il rientro dei tremonti bond e poi c'è il contenzioso con il fisco,che qualora esista potrà essere spalmato in alcuni esercizi,ma sono sempr esoldi che dovranno uscire dalle tasche della banca e si traducono in minori introiti per gli azionisti.La vendita del Monte dei Paschi di Siena ad un colosso internazionale è quanto di meglio si possono augurare gli azionisti.

REDATTORE:Come andrè per l'immobiliare?

CORSINI:Se la grecia fallisce il prezzo dei mattoni tornerà a volare,anche perchè andremmo incontro ad una supersvalutazione dell'euro e una iperinflazione.Ma questa crisi non promette niente di buono per il mercato immobiliare che dovrà soffrire ancora prima di riprendersi.Non so quanto durerà questa crisi,ma di sicuro andremo avanti per tutto l'anno e forse gran parte del 2012.

Redattore:Si attende una corsa dei mercati azionari?

CORSINI:Credo che siamo difronte alla tempesta perfetta,ma cucita addosso ad un periodo di enormi incertezze e se ci sarà l'approvazione del programma del govertno greco,forse assisteremo ad un rally dei mercati,ad un assestamento,ma sarà di breve durata.Se continuerà a correre,allora per i mattoni non ci sarà più interesse per un lungo periodo.

CORSERA.IT COPYRIGHT

 

(ASCA) - Roma, 24 giu - Altra giornata nera per le banche italiane in borsa. Una seduta all'insegna della grande tensione sul settore finanziario. Dopo un avvio in recupero sulla scia degli altri listini del vecchio continente, Piazza Affari ha imboccata la strada ribassista sulla pressione delle vendite che ha colpito le banche. Unicredit (MDD: UCG.MDD - notizie) e' arrivato a perdere quasi il 10% facendo scattare la sospensione per eccesso di ribasso. Solo nel finale i principali bancari hanno parzialmente ridotto le perdite che restano molto pesanti. Unicredit cede il 5,50%, Intesa Sanpaolo (Dusseldorf: 575913.DU - notizie) e Mediobanca (Francoforte: 851715 - notizie) arretrano di oltre il 4%. Sui bancari ha certamente pesato l'annuncio di ieri a mercati chiusi di Moody's che ha messo sotto osservazione 16 banche italiane per possibile declassamento. secondo alcuni operatori a condizionare il settore una serie di massicci ordini di vendita sui principali bancari partiti dalla piazza londinese. Inoltre in vista della chiusura del primo semestre alcuni fondi di investimento stanno operando operazioni di switch dei portafoglio rpeferendo il comparto industriale a quello del credito. A fine seduta l'indice Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) accusa un calo dell'1,61% mentre l'indice Ftse all share (FTSE: ^FTAS - notizie) cede l'1,47%. restando ai titoli principali segnali positivi dal comparto industriale con Tod's in rialzo di quasi il 3%, Pirelli (Milano: PC.MI - notizie) +2,45% e progressi intorno all'1% per Diasorin (Berlino: 34D.BE - notizie) , Prysmian (Other OTC: PRYMF.PK - notizie) e Stm. La scuderia Ligresti registra una seduta


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.