Lunedi' 28 Novembre 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Economia
  • GRECIA DEFAULT BANK OF AMERICA CDS PER 5 TRILIONI DI DOLLARI...

GRECIA DEFAULT BANK OF AMERICA CDS PER 5 TRILIONI DI DOLLARI

New York 28 Giugno 2011 CORSERA.IT

L'incubo dei CDS,dopo l'esplosione della bolla dei mutui subprime americani,potrebbe riproporsi oggi su scala ancora più ampia ed internazionalizzata,sulla controcopertura del debito pubblico greco.

Sul possibile disastro finanziario in caso di default dichiarato sulla Grecia,cominciano ad uscire notizie allarmanti,come l'importo contratto sui CDS dal sistema finanziario americano,che ammonterebbe a circa 5 trilioni di dollari.Il disastro del fallimento della Grecia,sebbene di proporzioni limitare dal punto di vista dei numeri(la Grecia produce 399 miliardi di euro l'anno,che sono una frazione del prodotto interno lordo dei due trilioni di....

.....dollari prodotti dalla sola California),provocherebbe degli effetti a catena su tutto il sistema finanziario internazionale.Tra le principali istituzioni esposte ci sono in prima linea,proprio le principali banche francesi tra cui Societè generale e BNP Paribas,che oggi è proprietaria della nostra BNL.La Societè generale,oltre a possedere circa 2.5 trilioni di dollari di esposizione sui bond greci,possiede una partecipazione nella Banca Centrale di Grecia e dunque la sua esposizione è duplice e di proporizioni che in caso di default,sarebbero ingestibili,rischiando di trascinare nel disastro l'intero sistema finanziario francese.L'agenzia di rating internazionale oddy's ha anche lanciato un monito alla BNP PARIBAS che detiene circa 5 trilioni di euro di crediti nei confronti del sistema greco.Una situazione davvero difficile per la Francia e per l'Europa intera.Il default del debito pubblico greco,provocherebbe all'istante la rottura anche dei bond statali di Portogallo e Irlanda,con drammatiche conseguenze finanziarie.Un virus che inizierebbe a incendiare l'Europa e subito dopo le controparti finanziarie americane.Un incubo da Terza guerra mondiale che l'intero sistema politico globale deve cercre in tutti i modi di evitare.

  

And while European banks are owed $136.3 billion by the Greek government and private borrowers, according to the Bank for International Settlements, that jumps to $194.6 billion for Portugal and $377.6 billion in the case of Ireland.

Portugal alone owes French banks $27 billion, according to the BIS data, while Ireland owes nearly $30 billion.

“The concern is the spillover effect,” said Kian Abouhossein, who heads JPMorgan Chase’s European bank research team. “European banks are in a tougher position than those in the U.S.”

Besides the risk from a Greek default or the spread of contagion, European banks are also heavily reliant on short-term borrowing, which is riskier and more expensive in a crisis like the one after Lehman’s collapse, Mr. Finch and Mr. Abouhossein said.

With smaller deposit bases than American institutions, European banks have a loan-to-deposit ratio of 130 percent, compared with 80 percent in the United States.

American banks can finance their lending with deposits and have a cushion, but European institutions must turn elsewhere to finance their loans, borrowing heavily from United States money-market funds.

To make matters worse, the stress tests applied to European banks by regulators last year were less stringent than those in the United States, so while data from another batch of tests is due in mid-July, it is not expected to calm nerves significantly.

While they may not be on the front line, American banks do face serious risks in the event of a European meltdown, too.

Direct exposure to Greece is small in most cases — $677 million in the case of Bank of America, for example. But the indirect exposure is much harder to determine. American institutions have insured at least $5 billion worth of Greek debt in the event of a default through credit default swaps and could be on the hook for billions more from countries like Ireland and Portugal.


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.