Mercoledi' 08 Luglio 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Cronaca
  • CARMELA MELANIA REA OMICIDIO ARANCIA MECCANICA I PORCI CON LE ALI...

CARMELA MELANIA REA OMICIDIO ARANCIA MECCANICA I PORCI CON LE ALI

Ascoli Piceno 20 Luglio 2011 CORSERA.IT

Carmela Melania Rea omicidio.Chiunque abbia ucciso Carmela Melania Rea non era solo e la vittima era circondata dai suoi aguzzini.Salvatore Parolisi si scopava la moglie nel bosco,lei a carponi,lui sopra.Così è morta Carmela Melania Rea,prima di un rapporto sessuale feroce,da combattimento,come avviene tra soldati al fronte di guerra.Il gioco erotico del soldato e la recluta,dell'istruttore superdotato alla Rocco Siffredi e la sua "vittima".Un gioco nel quale Carmela Melania Rea era rimasta invaghita e ci ha lasciato la pelle.

Una modalità sessuale militare,un sistema adoperato anche con le reclute,quasi una punizione.Gli istruttori della Caserma Clementi del 235° Reggimento Piceno si sentivano degli DEI,capaci di scoparsi le reclute in ogni ...

condizione.Scopate violente,bondage,dove il sesso estremo si innestava agli esercizi per la sopravvivenza e l'addestramento militare.

Il colonnello Contritto,capo ufficio stampa dell'Esercito italiano,adesso è ben servito nei fatti della cronaca giudiziaria.Ricordiamo che ebbe il coraggio di chiamare i giornalisti della redazione per sedare la nostra inchiesta,convincervci che nulla di strano vi accadeva al suo interno.

Corsera.it ha raccontato per primo quanto accadeva nella Caserma del 235° Reggimento Piceno,una girandola di rapporti sessuali promiscui,bondage sfrenato,eccitazione condita con gli armamenti della vita militare.Adesso sia la...

....magistratura inquirente,sia i girnali,capofila La Repubblica,scoprono l'uovo di Colombo,si gettano sulla storia parallela del caporalmaggiore Salvatore Parolisi e i rapporti sessuali tra istruttori e reclute femmine.Un bordello.

La bella vesuviana uccisa con le stesse modalità di arancia meccanica,tra sesso e colpi inferti con un'arma da taglio.Il movente e i complici di questo delitto sono dentro la Caserma Clementi del 235° Reggimento Piceno,un vero e proprio bordello militare.Una estesa organizzazione dove il sesso era correlato alle attività militari,bondage e sesso estremo,perversioni inaudite.Salvatore Parolisi il sosia di Rocco Siffredi e con lui i suoi fratelli,gli accoliti che lo seguivano nelle depravazioni sessuali con le reclute.

"Melania è stata uccisa “all’improvviso”, da dietro con i primi colpi di coltello inferti alle spalle e alla schiena, senza che abbia avuto modo di difendersi o lottare (se non nelle fasi di un accoltellamento già iniziato), senza che abbia avuto modo di piangere; ed è stata uccisa mente aveva i pantaloni, collant e mutandine volontariamente abbassati; questa sequenza di dati e soprattutto  quelli relativi alla aggressione avvenuta da dietro mentre la donna aveva pantaloni, collant e mutandine volontariamente scesi fa pensare ad un  possibile momento di intimità obliquamente ottenuto da Salvatore (conformemente al momento di intimità che Salvatore aveva raccontato di aver avuto con la moglie proprio in quel posto e con quelle modalità – da dietro e con i pantaloni scesi-) che aveva già pronta l’arma per l’azione omicidiaria; Salvatore doveva avere con sé e a portata di mano un coltello e doveva quindi avere, dopo l’omicidio della moglie, la lucidità e freddezza di saper subito scendere con la figlioletta a San Marco e confrontarsi con altre persone e quindi imbastire la storia dell’allontanamento dalla zona altalene per andare in bagno; tale “lucidità” e freddezza e l’immediatezza con cui Salvatore dopo l’omicidio scende a San Marco e si confronta con altre persone e racconta la “sua” versione di comodo paiono compatibili con un minimo di “pre-organizzazione” della cosa e viceversa meno compatibili con un omicidio d’impeto che pur ha i suoi elementi di conforto (il litigio, la reazione di Melania, la reazione incontrollata di lui, la presenza in auto della bambina).


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.