Lunedi' 03 Agosto 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Politica
  • CRISI DEBITO ITALIA SILVIO BERLUSCONI IL GOVERNO DEI FIGAIOLI...

CRISI DEBITO ITALIA SILVIO BERLUSCONI IL GOVERNO DEI FIGAIOLI

Milano 22 Luglio 2011 CORSERA.IT di Matteo Corsini

Crisi finanziaria.In Italia serve un nuovo leader.Possibilmente che abbia tutti i capelli in testa,non soffra di inestetismi della pelle.Insomma un leader gagliardo,uno che sappia menare le mani e suonare la carica.

La crisi del debito sovrano italiano,ci ha messo con le spalle al muro.Tanto bastava da ridicolizzare il paese difronte al mondo,piegando le gambe alle nostre banche,la cui inutile reazione è stata quella dell'amministratore delegato Federico Ghizzoni che semplicemente ricordava a se stesso:" UNICREDIT è un titolo molto liquido e si presta alle speculazioni finanziarie",come dire siamo in balia di ogni colpo di tosse.Mi sarei aspettato una reazione diversa,dura,quelal di un leader del nostro settore finanziario italiano,pronto a sacrificarsi per difendere le nostre principali istituzioni economiche del paese,la struttura portante di un sistema italia,che altirmenti naufragherebbe ad ogni avvisaglia di tempesta.Ma nessuno ha pensato di arginare la presa della speculazione finanziaria,senza comprendere che il deragliamento del differenziale tra i nostri BTP e i BUND tedeschi,ha rappresentato una vera e propria Caporetto del....

.....sistema Italia.Il mondo ha assistito alla caduta del nostro paese,"inciampato nel bagno",vecchio e dolorante,senza capcità di reagire.Siamo stati alla mercè dei fuochi avversari,colpiti come simbolo dell'euro in difficoltà,squarciati a ventre aperto,per toccarci le budella,toglierci il sangue e l'anima.Abbiamo fatto una figura di merda,siamo stati colpiti come mestieranti da strapazzo.Negli ultimi giorni abbiamo intravisto come nella carta velina,la fragilità del nostro sistema finanziario e dunque politico,a cui nessuno ha saputo reagire.I nostri politici troppo intenti a fare affari,a tramestare nel buio e nelle oscurità del transatlantico,a foraggiarsi di ogni bene della pubblica amministrazione.Ognuno incapace di comprenere cosa stesse accadendo.Hanno in realtà voluto tagliarci fuori da ogni legittima discussioine europea,delegittimare il paese Italia,renderlo inospitale,sgradevole,come fosse appestato da un virus,una epidemia contagiosa,quella del default,fallimento,che in gergo significa anche jattura.Considerati alla stregua della penisola ellenica,il paese dei colonnelli,come in realtà ci siamo trasformati anche noi con i Maurizio Gasparri e gli Ignazio La Russa.Niente di meno e niente di più che un governo dittatoriale sudamericano,dove vige la corrente alternata del malaffare e della figa mielosa,che siede composta e lussuriosa sui banche del Governo,pronta ad incantare le platee del popolo bue con sospiri e colpi di tetta.

Al contrario penso che il nostro sistema finanziario non ha dato proprio l'impressione di essere resistente alle tempeste finanziarie,anzi,di poterci cadere sempre,in qualsiasi momento.Deobolezza della nostra....

politica,dei nostri governanti,del Premier Silvio Berlusconi ormai rincitrullito,sbandato a prendere schiaffi tra magistratura,lotte intestine della sua parte politica e opposizione euforica perchè intravede qualche orizzonte di successo.Impossibile pensare che un ometto di 75 anni possa resistere alle tempeste di sabbia,quanto queste sono sollevate dal suo alter ego economico,Giulio Tremonti o dalle figurine della Panini,come Roberto Maroni o gli altri suoi accoliti,intenti a fare affari.La sua truppa è composta essenzialmente da YES MAN e FIGHE,siano esse bione come la Prestigiacomo,rosse come la Brambilla o nere come la Carfagna.L'idea è che la sua barca sia nelle mani di una grossa figa mielosa,unica sua vera passione,ma io direi ossessione.Silvio Berlusconi è quanto mai brutto,esteticamente ripugnante,e le donne per lui sono sempre state un problema,ma quando è diventato ricco e famoso si è potuto riprendere qualche rivincita,ma luomo nel profondo della sua indole è questo,lo abbiamo visto:un uomo brutto ossessionato dalla fica.Si circonda di fica,forse la promuove sul campo quando qualcuna di queste glila offre sul piatto d'argento.Ma in questi ultimi anni abbiamo assistito al teatrino disgustoso di un uomo impotente,un brutto anatroccolo rimasto tale,mai diventato Cigno,se non nella sua testa malata,ossessionata dalla rivincita sociale e corporale,di cui è stato vittima.

 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.