Venerdi' 24 Settembre 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Internet
  • CORSERA IL PUNTO DI MATTEO CORSINI L'ARRESTO DI ALESSANDRO SALLUSTI...

CORSERA IL PUNTO DI MATTEO CORSINI L'ARRESTO DI ALESSANDRO SALLUSTI

ROMA 22 SETTEMBRE 2012 CORSERA.IT DI BIG MAC

IL PUNTO VISTO DI MATTEO CORSINI.ARRESTATO ALESSANDRO SALLUSTI,A MENO DI UN MIRACOLO,IL DIRETTORE DEL IL GIORNALE FINIRA' IN CARCERE PER I PROSSIMI MESI,LA CONDANNA E' DURA,1.4 MESI DI RECLUSIONE.HO PARTICOLARE SIMPATIA PER IL FRANKENSTEIN JUNIOR DEL GIORNALISMO ITALIANO E UNA GRANDE STIMA,MENO DELLA SUA PENNA AVVELENATA,PERCHE' E' ESCLUSIVAMENTE AL SERVIZIO DEL SUO PADRE PADRONE SILVIO BERLUSCONI.SE AVESSE IL CORAGGIO ...

DI DIVENTARE UN GIORNALISTA LIBERO,SAREBBE OLTRE CHE SIMPATICO ANCHE UN UOMO DEGNO DI RISPETTO.IL GIORNALISMO E' SOLTANTO PER CHI E' LIBERO,GLI ALTRI SONO...

CIALTRONI.SE UN GIORNALISTA DIPENDNTE DAL SUO PADRONE E' LA NEGAZIONE STESSA DELLA PROFESSIONE,ANZI UNO SE NE DOVREBBE VERGOGNARE.POI C'E' IL LATO UMANO DELLE PERSONE,LE DIFFICOLTA' DELLA VITA,LA NECESSITA' DELLO STIPENDIO.MA MOLTI GIORNALISTI ITALIANI SI BACIANO IL CULO A VICENDA,SI INVITANO TRA DI LORO NEI TALK SHOW,INSOMMA L'INFORMAZIONE IN ITALIA E' FATTA DAI GIORNALISTI PROFESSIONISTI,TUTTI GLI ALTRI SON NESSUNO.IL GIORNALISMO ITALIANO E' IL PRIMO CERCHIO CHE RUOTA INTORNO ALLA POLIICA,NON C'E' DUBBIO,QUASI LO STESSO TESSUTO CONNETTIVO,LO STESSO VIRUS CHE GIRA IN LUNGO E IN LARGO PER I CORPI TUMEFATTI DAL CANCRO DELLA CORRUZIONE.UN GIORNALISTA NON INDIPENDENTE E' UN CORROTTO,VALE A DIRE CHE SI FA PREZZOLARE PER SCRIVERE.

MA ALESSANDRO SALLUSTI,HA RAGIONIE MARCO TRAVAGLIO,VA SALVATO AD OGNI COSTO,PERCHE' E' IN GIOCO IL SENSO STRETTO DEL DIRITTO DEL NOSTRO ORDINAMENTO GIURIDICO E PERCHE' LA MAGISTRATURA NON PUO' E NON DEVE COLPIRE LA LIBERA INFORMAZIONE,IN QUALUNQUE FORMA SIA ESERCITATA.ALTRIMENTI SIAMO SCHIAVI E VITTIME DELLE IDEE,PROPRIO COME AVVIENE NELL'ISLAM CHE SCATENA LA SUA RABBIA FOLLE,QUANDO QUALCUNO CRITICA MAOMETTO O LA LORO RELIGIONE.SIAMO PAESI MODERNI,VIVIAMO IN SOCIETA' AVANZATE,EPPURE IN ITALIA IL GIORNALISMO ITALIANO E' VITTIMA DI UN SISTEMA POLITICO CHE LO TIENE ANCORA AL PALO.

I GIORNALISTI ITALIANI SI BACIANO IL CULO A VICENDA DUNQUE,DA PORTA A PORTA A PIAZZA PULITA,DA ULTIMA PAROLA A LA SETTE,NESSUN ALTRO E' INVITATO PER OFFRIRE IL SUO PUNTO DI VISTA.L'INFORMAZIONE LIBERA E' ORMAI SOLTANTO SUL WEB,GIRA SOLTANTO QUI DENTRO.ECCO PERCHE' QUALCUNO COMINCIA AD AVERE IMBARAZZO,CERCA DI SEGUIRE ESEMPI CHE GLI SFUGGONO DAL PROPRIO CONCETTO MENTALE.

IL GIORNALISMO E' LIBERO GRAZIE AL MOTORE DI RICERCA GOOGLE,GRAZIE ALLA RIVOLUZIONE TECNOLOGICA AMERICANA.L'ITALIA IN UN CERTO SENSO E' SALVA,SALVIAMO DUNQUE ALESSANDRO SALLUSTI E CON LUI I SUOI ARTICOLI E FORSE LA SUA DIGNITA'.

 

SALVATE ALESSANDRO SALLUSTI FRANKENSTEIN JUNIOR,LIBERATE L'UOMO DALLE CATENE DI SILVIO BERLUSCONI.LO VEDO COSI' ALESSANDRO SALLUSTI,IL CANE FEDELE DI SILVIO BERLUSCONI,TENUTO ALLA CATENA IN UNO SCANTINATO FREDDO E BUIO.MANGIA POCO,DIMAGRISCE,NEL CORSO DEL TEMPO HA ASSUNTO LA FISIONOMIA DI FRANKESTEIN JUNIOR.ACCADE A CHI NON ESERCITA LIBERAMENTE LA PROFESSIONE DI GIORNALISTA.ALESSANDRO SALLUSTI E' GIA' SCHIAVO DI SE STESSO E DELLA SUA MENTE,FIGURIAMOCI SE FINISSE IN CARCERE,FORSE...

 

PER LUI POTREBBE ANCHE DIVENTARE OCCASIONE DI UNA LIBERAZIONE DAL PADRE PADRONE.RIFLETTERE SU QUESTA PROFESSIONE SCOMODA,CHE SOLTANTO POCHISSIMI HANNO SAPUTO ONORARE FINO IN FONDO,A QUALSIASI COSTO.SONO ONORATO DI ESSERE FIGLIO DI UN GIORNALISTA CHE LO HA FATTO.E IN QUESTA TRADIZIONE,SEBBENE IN MANIERA SCALCINATA,PROSEGUIAMO A QUALSIASI COSTO,SU QUALSIASI ARGOMENTO.

LA POLEMICA SULL'ARRESTO DI ALESSANDRO SALLUSTI DEVE AVERE ANCHE QUESTO OBIETTIVO,FAR RIFLETTERE SUL RUOLO DELL'INFORMAZIONE ITALIANA,CHE NON PUO' E NNO DEVE ANCORA ESSERE REGOLATA DA NESSUNO E CONTROLLATA DALL'ORDINE DEI GIORNALISTI.


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.