Venerdi' 09 Dicembre 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Mondo
  • CORSERA ATTENTATO TORRI GEMELLE 11 SETTEMBRE IL GIORNO DELL'ODIO...

CORSERA ATTENTATO TORRI GEMELLE 11 SETTEMBRE IL GIORNO DELL'ODIO

NEW YORK 11 SETTEMBRE 2011 CORSERA.IT di MATTEO CORSINI

NEW YORK 11 SETTEMBRE 2001,IL GIORNO CHE SCONVOLSE IL MONDO.THE MEMORIAL DAY.COSA RICORDIAMO E COSA CI HA INSEGNATO LA TRAGEDIA AMERICANA,L'ATTENTANTO ALLE TORRI GEMELLE DI NEW YORK.

SONO TRASCORSI ORMAI UNDICI ANNI,DA QUELL'ISTANTE TERRIBILE,CHE COME LAVA INCANDESCENTE, HA PENETRATO IL MONDO INTERO,E' SCESA DENTRO DI NOI FACENDOCI A PEZZI.UN ISTANTE IMMORTALE,UNA PALLA DI FUOCO CHE INCENERISCE LE TORRI GEMELLE DI NEW YORK,NEL CUORE DI MANAHATTAN,IL LUOGO SIMBOLO E SURREALE DI TANTE STORIE,SOGNI,SPERANZE.NEW YORK COLPITA A MORTE E CON LEI L'AMERICA,IL .

PIANETA.UN ATTENTATO TERRORISTICO DALLE PROPORZIONI DEVASTANTI.UN URLO CHE HA SQUARCIATO IL QUOTIDIANO,HA COSTRETTO IL MONDO INTERO A FERMARSI,GUARDANDO ATTONITO DAGLI SCHERMI IL COLLASSO DEI SIMBOLI DELLA CITTA' DI NEW YORK,IL WORLD TRADE CENTER.SIAMO LONTANI DA ALLORA,MA E' COME CAMMINASSIMO TRA DI LORO,IN QUELLE STRADE,INSIEME A TUTTE LE VITTIME DI QUELL'IMMANE DISASTRO.FORSE CI SENTONO,CI VEDONO E CI ASCOLTANO.FORSE SANNO CHE STIAMO ANCORA UNA VOLTA PARLANDO DI LORO PER RICORDARE QUEI MOMENTI TERRIBILI,PER CAPIRE CHE COSA SIA SUCCESSO,PER RIUSCIRE A TROVARE UN SIGNIFICATO A TANTA LUCIDA FOLLIA.IL TERRORISTA BIN LADEN AVEVA COLPITO AL CUORE IL MONDO OCCIDENTALE,LANCIANDO UN MONITO SUL PERICOLO DEL TERRORISMO,SU QUELLA ESCALATION CHE CERCAVA DI PORTARE IL PIANETA NELL'OBLIO.SIAMO AL DI QUA' DELL'OCEANO,MA TANTO FORTE E' ANCORA LA PRESSIONE DI QUEGLI ISTANTI,TANTO AGGHIACCIANTE LA FORZA DI QUELLE IMMAGINI,DI QUEI MOMENTI.OGNUNO DI NOI E' RIMASTO SOLO,TRAVOLTO DA QUEL RUMORE OSSESSIONANTE,DA QUELL'INCREDIBILE DINAMICA DI AVVENIMENTI,CHE SCIOGLIEVANO LA REALTA' NELL'IMMAGINARIO,FACENDOCI OSCILLARE E POI PRECIPITARE.NON POSSIAMO FARE A MENO DI RICORDARE LE IMMAGINI DELEL VITTIME CHE SI GETTAVANO DAL GRATTACIELO PER SCAMPARE ALLE FIAMME,AD UNA MORTE PEGGIORE DI QUELLA CHE HANNO CERCATO,NEL VOLO NEL VUOTO OLTRE SE STESSI,OLTRE LA DIMENSIONE UMANA.L'ATTENTATO DELLE TORRI GEMELLE HA SPINTO QUELLE VITTIME A COMPIERE UN SALTO CONTRO NATURA,AD USCIRE DA SE STESSI,PER LIBERARSI DA UN DESTINO CRUDELE.UN ATTO VILE,UN ATTO DI UNA FEROCIA INAUDITA,CHE NON SI SPIEGA SE NON NELLA FOLLIA DELLE MENTI CHE PIANIFICARONO E REALIZZARONO L'ATTENTATO.

SONO TRASCORSI UNDICI ANNI E IL MONDO SEMBRA MIGLIORE DA COME ERA PRIMA,O FORSE LO CREDIAMO.MA LA FERITA E' ANCORA IMMENSA,SENZA BUGIE,FREDDA COME IL GHIACCIO.FORSE SIAMO CAMBIATI ANCHE NOI,FORSE QUEL LAMPO OMICIDA CI HA COSTRETTO A RIFLETTERE SULLA FOLLIA DEL TERRORISMO,SUL PERICOLO DELLA DISEGUAGLIANZA TRA I POPOLI E LE CONDIZIONI DI VITA DELLE PERSONE.FORSE IL MONDO OCCIDENTALE HA FATTO DEGLI ERRORI,FORSE SIAMO TROPPO DISTANTI DA ALTRA GENTE,DA ALTRI POPOLI.O FORSE TUTTO E' IL FRUTTO DI UN DISEGNO OMICIDA FINE A SE STESSO.MA DALLE ESPERIENZE PEGGIORI DOBBIAMO RINASCERE DIVENTANDO PIU' FORTI.IL DOLORE FA RICORDARE IL PASSATO,IL DOLORE UNISCE,IL DOLORE E' SOLIDALE.IL DOLOE DEVE RENDERCI MIGLIORI DI QUELLO CHE SIAMO,IL DOLORE SENZA PIETA' E' LO SPECCHIO DI QUELLE ALCHIMIE CHE PRODUCONO ODIO E NON CONSENSO.

L'ATTENTATO DELLE TORRI GEMELLE E' L'ATTENTATO DELL'ODIO,DEL RANCORE,DELLA RIVALSA.EMOZIONI CHE ALBERGANO DENTRO GLI UOMINI,CHE CONTINUANO A SPINGERLI A COMPIERE ATTI ESTREMI.QUELL'ODIO CIECO DI BIN LADEN NEI CONFRONTI DELL'AMERICA E DEL MONDO OCCIDENTALE NON E' DISSIMILE DALL'ODIO RAZZIALE,DALL'INVIDIA SOCIALE,DALLA RIVALSA NEI CONFRONTI DEL PROSSIMO,CHE ABBIAMO OCCASIONE DI AFFRONTARE OGNI GIORNO.ARMI LETALI RIVOLTE CONTRO NOI STESSI,NEI GANGLI DEI MECCANISMI PERVERSI DELLA DINAMICA SOCIALE E LAVORATIVA.L'ODIO DELLE TORRI GEMELLE E' IL SIMBOLO DI OGNI VIOLENZA,IL SIMBOLO STESSO FORSE ANCHE DEL MALE,DI UN VIRUS MICIDIALE CHE UCCIDE LA VITA DELLE PERSONE COMUNI.

11 SETTEMBRE IL GIORNO DELL'ODIO.IL GIORNO IN CUI L'UOMO DIVENTA UN MOSTRO,IN CUI TUTTE LE BARBARIE COMPIUTE SI MATERIALIZZANO NEGLI INCUBI PEGGIORI.SE PENSIAMO ALLA CITTA D' DI NEW YORK IN FIAMME E PERVASA DAI FUMI,VEDIAMO L'ORRORE CHE ALLE VOLTE CIRCONDA LA NOSTRA VITA,DELLE INGIUSTIZIE CHE CORRONO TRA GLI UOMINI.MA NON VOGLIAMO DARE A QUELL'EPISODIO QUESTA FORZA,MA QUELEL FIAMME SCINTILLANTI,DEVONO INDURCI A RIFLETTERE UNA VOLTA PER SEMPRE.E MI DOMANDO SE GLI UOMINI SONO LIBERI DALL'EMOZIONE PROFONDA CHE CORRISPONDE ALLA VENDETTA NELAL SUA PLURALITA' DI FORME.

L'11 SETTEMBRE ' DENTRO OGNUNO DI NOI? MI DOMANDO.L'11 SETTEMBRE SI RIFLETTE ANCORA NELLE ACQUE DEL FIUME HUDSON OPPURE SI E' DILEGUATO PER SEMPRE?

EPPURE QUANDO VIVIAMO,QUANDO INCONTRIAMO LA GENTE,QUANDO PENSIAMO DI FARE IL MEGLIO PER NOI,I FIGLI,LE ALTRE SOCIETA',I POPOLI A NOI CONFINANTI,ALLE VOLTE CONTINUIAMO A SBAGLIARE,AD INGENERARE DISSAPORI,A FAR CRESCERE L'ODIO NEGLI ALTRI.NON DOBBIAMO ALIMENTARE QUESTO CORTOCIRCUITO,MA RISOLVERE I CONTRASTI,RENDERE FRUIBILE A TUTTI QUESTO NOSTRO PIANETA MERAVIGLIOSO CHE ALLE VOLTE SEMBRA DANNARSI.

SIAMO ANCORA IN PERICOLO? EPISODI COME L'11 SETTEMBRE POSSONO RIPETERSI OPPURE DIMENTICHEREMO?

SE CI GUARDIAMO INDIETRO NON POSSIAMO FAR ALTRO CHE INANELLARE ALTRI EPISODI TERRIBILI,CHE CORRONO NELLA NOTTE DEI TEMPI,MA CHE SONO ANCORA DIETRO L'ANGOLO,DENTRO DI NOI.PENSIAMO ALL'OLOCAUSTO DEGLI EBREI,ALLE STRAGI DI SREBENIKA,AL CALVARIO DEGLI AFRICANI IN UGANDA.SE PENSIAMO E GUARDIAMO DENTRO DI NOI,PURTROPPO QUELL'11 SETTEMBRE NON E' ANCORA SCOMPARSO,CI VIVE DENTRO COME IL DIAVOLO A MERENDA E DI QUESTO FORSE DOBBIAMO IMPARARE A LIBERARCI.

SIAMO SEMPRE NOI,REDUCI E TESTIMONI DI MOMENTI TERRIFICANTI,CHE DOBBIAMO SPIEGARE AI NOSTRI FIGLI,SE VOGLIAMO SPERARE DI SOPRAVVIVERE COME SPECIE UMANA,SE IMMAGINIAMO UNO SVILUPPO SEMPRE MIGLIORE DELLE CONDIZIONI SOCIALI DEI POPOLI CHE ABITANO QUESTO INCREDIBILE PIANETA.

SIAMO LONTANI DA IERI,LONTANI DA QUELL'ODIO FUNESTO,MA OGNI GIORNO,OGNI ISTANTE,QUALCUNO TI GUARDA E VORREBBE UCCIDERTI,QUALCUNO TI VIVE ACCANTO PER INGANNARTI,QUALCUNO TI STRINGE LA MANO PER PUGNALARTI ALLE SPALLE.

SIAMO MIGLIORI DA IERI?  SIAMO MIGLIORI DA QUELL'11 SETTEMBRE,CHE TANTO AVREBBE DOVUTO INSEGNARCI?CREDO DI NO.CREDO CHE IL DOLORE DEVE MIGLIORARE L'ANIMO UMANO,MA PER FARLO SERVE CORAGGIO,ANZI LEALTA',AMICIZIA,STIMA,AMORE TRA LE PERSONE.

NON ILLUDIAMOCI DI AVER SEPOLTO IN MARE L'ODIO INSIEME AL CADAVERE DI BIN LADEN.SIAMO ANCORA PRONTI A TUTTO PUR DI SCANNARE IL PROSSIMO,E APPARENTEMENTE,ANCORA UNA VOLTA,SENZA RAGIONE.

MATTEO CORSINI


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.