Giovedi' 08 Dicembre 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Mondo
  • ANGELA MERKEL : LA CRISI STRAORDINARIA IMPONE MISURE STRAORDINARIE....

ANGELA MERKEL : LA CRISI STRAORDINARIA IMPONE MISURE STRAORDINARIE.

Berlino 22.2.2009 (Corsera.it)

Si è concluso con una schiacciante vittoria del Cancelliere tedesco Angela Merkel il vertice tenutosi nella postmoderna Cancellerie federale ,che ha imposto controlli drastici nei confronti degli hedge funds e misure severissime per le attività finanziarie che si svolgono dai paradisi fiscali.Battuti anche i francesi e alcune idee protezionistiche che tentavano di introdurre.

Altri articoli fonte LA Repubblica .

Il summit è stato convocato per iniziativa della cancelliera tedesca, una settimana prima del prossimo vertice europeo a 27 e in vista del G20 di Londra, cioè del vertice mondiale che riunirà i capi dei sette paesi più industrializzati d'Occidente (Usa Giappone Germania Francia Regno Unito Canada Italia) più la Russia - questi sono i membri del G8 - più gli inviati di altri dodici paesi economicamente rilevanti: Spagna e Olanda in Europa, poi Cina, Brasile, Sudafrica e molte nuove potenze extraeuropee.
I membri europei del G20 hanno deciso di andare uniti al vertice G20 di Londra, che "deve essere un successo, è l'ultima chance di un successo contro la crisi", hanno detto Sarkozy e Merkel. Propongono insieme diversi grandi passi. Primo, che il Fondo monetario internazionale e il Forum per la stabilità finanziaria monitorino gli accordi di Washington sul controllo della trasparenza dei mercati. Secondo, che tutti i mercati, prodotti e attori sui mercati finanziari siano sottoposti ad appropriati controlli. Terzo, lotta senza quartiere alla fuga dei capitali nei paradisi fiscali. Quarto, alle banche viene chiesto di crearsi riserve finanziarie in tempi di crescita per poi affrontare future crisi. Quinto, le risorse del Fondo monetario internazionale devono essere raddoppiate per consentire al Fondo stesso d'intervenire più rapidamente e incisivamente contro ogni nuova crisi. Sesto ma non ultimo, il vertice di Berlino oggi ha fatto propria l'idea di stilare una Carta dello sviluppo economico sostenibile. Cioè un'idea di riforma di economia e finanze internazionali, secondo regole di trasparenza e solidarietà sociale.

Vogliamo essere uniti, dobbiamo fare sì che crisi come questa non ci colpiscano mai più, ha detto Angela Merkel. Il sistema finanziario ed economico va ripensato a fondo, ha aggiunto, secondo principi morali e di solidarietà e l'economia sociale di mercato. L'economia di mercato, ha aggiunto il premier olandese Jan Peter Balkenende, deve essere morale e sociale e non può fare tutto da sola. Secondo Berlusconi, l'accordo è totale: l'Europa vuole che il mondo decida nuove regole, nuovi global legal standard per finanze ed economia, e dice no al protezionismo. Il presidente del Consiglio ha aggiunto che il sistema bancario italiano resta comunque sano, e ha ricordato i 40 miliardi di euro spesi dal governo nei suoi interventi. Il capo del governo italiano ha poi invitato le banche a usufruire dei cosiddetti "Tremonti Bond": "Abbiamo messo a disposizione una somma importante. Ad oggi nessuna banca ha ritenuto di dover approfittarne per aumentare il proprio patrimonio. Noi stiamo dicendo: vi conviene di aumentare il patrimonio così potrete aumentare le masse del credito a sostegno delle imprese".

I partecipanti al summit di Berlino hanno posto in rilievo l'urgenza di convincere anche gli altri membri del G20, soprattutto Usa e Cina, della giustezza delle proposte europee. Nei prossimi giorni inviati della Ue andranno a negoziare direttamente con alti esponenti dell'amministrazione Obama.
(22 febbraio 2009)


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.