HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Politica
  • CORSERA ELEZIONI 2013 LO STRAPPO DI SILVIO BERLUSCONI L'ITALIA FUORI DALL'EURO SI TORNA ALLA LIRA...

CORSERA ELEZIONI 2013 LO STRAPPO DI SILVIO BERLUSCONI L'ITALIA FUORI DALL'EURO SI TORNA ALLA LIRA

ROMA 21 DICEMBRE 2012 CORSERA.IT DI MATTEO CORSINI

SCRIVI A REDAZIONE@CORSERA.IT OGGI IN DIRETTA TV ORE 22.00 ROMA RISORGE MATTEO CORSINI CANALE 86 ONE TELEVISION.

LA MARCIA SU ROMA DEI COMPATRIOTI ITALIANI ISCRIVITI PER PARTECIPARE ALLA MARCIA SU ROMA SCRIVI A REDAZIONE@CORSERA.IT BASTA CON IL RIGORE TEUTONICO

ROMA RISORGE CENTOMILA COMPATRIOTI ROMANI,

MARCERANNO AL FIANCO DI CHIUNQUE SI FARA' PROMOTORE DELLA BATTAGLIA CONTRO LA GERMANIA SUL RIGORE MONETARIO.LA BCE DEVE FARE LA BANCA CENTRALE.

LO STRAPPO DI SILVIO BERLUSCONI L'ITALIA FUORI DALL'EURO SI TORNA ALLA LIRA.ROMA RISORGE IL MOVIMENTO POLITICO DELLA CAPITALE APPOGGIA QUESTA SOLUZIONE,LO STRAPPO CON LA GERMANIA E' INEVITABILE,POSSIBILE,PERCORRIBILE.O L'ITALIA RISCHIA DI FARE IL BOTTO.GLI ITALIANI DEVONO UNIRSI IN QUESTA BATTAGLIA,I COMPATRIOTI ITALIANI UNITI PER DIFENDERE IL PAESE DALL'AGGRESSIONE GERMANICA,PERCHE' ORMAI DI QUESTO SI TRATTA.ANGELA MERKEL DIFFIDA SILVIO BERLUSCONI AD INVESTIRE LA CAMPAGNA POLITICA DI MOTIVI ANTIGERMANICI,MA L'ITALIA NON HA ALTERNATIVE.O SI GIRA PAGINA SULLA POLITICA MONETARIA O SIAMO DESTINATI AL FALLIMENTO COME PAESE.

SILVIO BERLUSCONI E' IN ATTESA DI UNA TELEFONATA DI MARIO MONTI CHE PROBABILMENTE NN ARRIVERA' MAI.SILVIO BERLUSCONI HA PAURA DI AFFRONTARE L'AGONE ....

POLITICO QUESTA VOLTA,I DUBBI SONO MOLTI,LA RECENTE CONDANNA IN PRIMO GRADO,LA CRISI ECONOMICA,LA RECESSIONE,IL RICORDO DEL BUNGA BUNGA,GLI SCANDALI ....

CHE HANNO TRAVOLTO PDL E LEGA NORD,SONO TUTTI FATTORI CHE NON GARANTISCONO ALCUN FUTURO,ANZI,LE AVVISAGLIE SONO QUELLE DI MARE IN TEMPESTA,BURRASCA.MA SILVIO BERLUSCONI E' UN GUERRIERO,UNO CHE SA

MENAR FENDENTI E DUNQUE ATTACCA,ANCORA UNA VOLTA,VECCHIETTO DI 78 ANNI,L'UNICO UOMO POLITICO CHE FRONTEGGIA L'EGEMONIA FINANZIARIA ED ECONOMICA DELLA GERMANIA,IL TAUTORISMO NEI CONFRONTI DELLA MONETA UNICA,QUEL RIGORE MICIDIALE CHE CONGELA LA BCE,LE SUE POTENZIALI CAPACITA' DI RISPOSTA AL CIRCUITO DEL DEBITO PUBBLICO SISTEMA BANCARIO.NON C'E' CHE PLAUDIRE A QUESTA SUA MOSSA,NON C'E' CHE ASCOLTARE,CHE CAPIRE,CHE POSIZIONARSI A QUANTI IN ITALIA,PATRIOTI,OGGI INTENDONO ASSUMERE DELLE CONCRETE INIZIATIVE PER SPAZZARE VIA LA CRISI ECONOMICA,CHE DIPENDE,IN MASSIMA PARTE,DAL RIGORE MOENTARIO IMPOSTO DALLA BANCA ENTRALE TEDESCA A QUELLA EUROPEA.

SILVIO BERLUSCONI ANNUNCIA DUNQUE CH INTENDE FRONTEGGIARE LA GERMANIA SUL VERSANTE DELLA MONETA UNICA,SE NON SI ASSUMONO INIZIATIVE COMUNI,I PAESI STERILIZZATI DAL RIGORE MONETARIO,DOVRANNO RIAPPROPRIARSI DELLE VCCHIE MNETE,INSOMM ANCHE L'ITALIA DEVE IMBOCCARE LA STRADA DELL'USCITA DALL'EURO,PER TORNARE ALLA LIRA.LO SCENARIO CHE SI PRESENTEREBBE ALL'ITALIA E A TUTTI QUEI PAESI CHE INTENDESSERO PERSGURE QUESTA SOLUZIONE,E' DAVVERO FOSCO,NERO,BUIO.MA E' LA SOLA SVOLTA AD OGGI PRATICABILE,PERCHE' LE CONDIZIONI ECONOMICHE SONO SEMPRE PEGGIO.

L'ITALIA DEVE FARSI PROMOTRICE DI QUESTO STRAPPO,ALTRIMENTI IL PAESE RISCHIA DI FINIRE NEL FOSSATO.SONO TRASCORSI 18 MESI DIFFICILI,TROPPO DURI DA DIMENTICARE,E FAR RIPARTIRE UN PAESE DA QUESTA TRAGEDIA NON SARA' FACILE.

VORREI VEDERE TUTTI GLI ITALIANI,TUTTI I POLITICI SCHIERATI SU QUESTO VERSANT DEL FIUME,PREFERIRE AVERE ANCHE PIERLUIGI BERSANI CME ALLEATO,PERCHE' E' IN GIOCO LA SORTE,IL DESTINO DELL'ITALIA.NON POSSIAMO FARCI SCHIACCIARE DALL'IDEOLOGIA MONETARIA DELLA GERMANIA.SOFFOSCHIAMO GIORNO DOPO GIORNO.A CHE SCOPO MI DOMANDO?

GLI ITALIANI SONO INCAROGNITI,ESASPERATI,IL RISPARMIO DEGLI ITALIANI FINITO NELLE CASE NON C'E' PIU' EVAPORATO,IMPOSSIBILE OGGI MONETIZZARE GLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI,LE AZIENDE RISCHIANO IL FALLIMENTO,PERCHE' I MATTONI NON SONO PIU' MILIONI MA UNA PALLA DI PIOMBO ALLE CAVIGLIE.POSSIBILE CREDERE A QUESTO SCENARIO APOCALITTICO? E' LA REALTA'.DIFFICILE DA DIGERIRE.

 

Una legislatura sprecata? "In parte il Presidente Napolitano ha ragione, con il governo dei tecnici c'era la possibilità di avere la maggioranza per approvare una riforma costituzionale che il governo dei tecnici non ha ritenuto di proporre". Lo ha detto l'ex premier Silvio Berlusconi,  intervistato da Gr Parlamento, a proposito delle dichiarazioni del presidente della Repubblica, che aveva parlato di "legislatura sprecata" sul piano delle riforme.

 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.