ALGERIA ATTACCO TERRORISTICO AL QAEDA IN AMENAS E' UNA MATTANZA 50 MORTI TRA GLI OSTAGGI CIVILI E 20 RAPITORI

Algeri 17 Gennaio 2013 Corsera.it

Algeria e' una mattanza nel sito petrolifero di In Amenas.Il blitz delle forze dell'ordine algerine contro i terroristi di Al Qaeda, asserragliati nel sito petrolifero insieme a 150 ostaggi,si e' trasformato in una mattanza di ostaggi civili occidentali.Lo scontro a fuoco tra terroristi e apparati militari algerini ha trasformato il sito petrolifero in un inferno di ferro e fuoco.Nel sito ci sono decine di staggi ancora rinchiusi e che non possono scappare.Si teme il peggio.Il blitz e' arrivato dal cielo per tentare di salvare gli ostaggi nelle mani dei terroristi islamici.

«Elicotteri dell'esercito algerino hanno cominciato a bombardare il sito petrolifero, ferendo due giapponesi», ha riferito, tra i primi media a riportare l'accaduto, l'agenzia mauritana Ani. L'agenzia citava come fonte «coloro che firmano con il sangue»: Al Qaeda, il gruppo terroristico che ha rivendicato il sequestro. I terroristi, secondo il sito Tsa, che cita come fonte un notabile della zona, avrebbero tentato di abbandonare il sito, ma sono stati bloccati dalle forze di sicurezza che circondano la zona. Probabilmente i rapitori hanno portato con loro alcuni ostaggi, che avrebbero usato da scudo. Fuggiti invece una trentina di ostaggi algerini e 15 stranieri.

Si è concluso nel peggiore dei modi il sequestro di una quarantina di stranieri nel sito petrolifero di In Amenas in Algeria. Trentacinque ostaggi stranieri e 15 sequestratori, tra cui uno dei loro leader Abou Al Bara, sarebbero stati uccisi in un raid con elicotteri dell'esercito algerino. Lo riferisce Al Jazeera. Poco prima, i rapitori avevano annunciato l'uccisione dell'ostaggio francese Dennis Allex.

Algeria, Gb: operazione ancora in corso

Il Foreign Office ha confermato che un'operazione militare è in corso presso l'impianto nell'est dell'Algeria dove cittadini stranieri sono stati uccisi ed altri sono tenuti in ostaggio.

Mali, ministro: "Nostre truppe insufficienti"

Il ministro degli Esteri del Mali, Hubert Coulibaly, chiede aiuto contro i jihadisti. "L'esercito del Mali ha bisogno di aiuto, abbiamo truppe già sul campo ma le risorse sul terreno sono insufficienti", ha dichiarato Coulibaly, a margine del consiglio Esteri straordinario.

Ostaggi e rapitori uccisi su bus in fuga

Secondo fonti del gruppo terroristico che controlla il sito petrolifero di In Amenas, citate dall'Ani, un gruppo di miliziani e di ostaggi sarebbero stati uccisi mentre, a bordo di un bus, cercava di forzare l'assedio delle forze algerine. L'automezzo, usato da una delle compagnie del sito per il trasporto del personale, sarebbe stato centrato da colpi sparati da elicotteri algerini.

Algeria, ostaggi uccisi da raid dell'esercito

Gli ostaggi e i sequestratori, secondo quanto riporta Al Jazeera, sarebbero stati uccisi durante un raid di elicotteri dell'esercito algerino.

Al Jazeera: uccisi 35 ostaggi stranieri e 15 rapitori

Trentacinque ostaggi stranieri detenuti nel sito petrolifero di In Amenas in Algeria e 15 sequestratori, tra cui uno dei loro leader Abou Al Bara, sarebbero stati uccisi. Lo riferisce Al Jazeera.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti