Sabato 19 Settembre 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Politica
  • CORSERA GOVERNO MATTEO CORSINI FMI I PARTITI GIOCANO AL MASSACRO SULLE SPALLE DEGLI ITALIANI...

CORSERA GOVERNO MATTEO CORSINI FMI I PARTITI GIOCANO AL MASSACRO SULLE SPALLE DEGLI ITALIANI

ROMA 2 APRILE 2013 CORSERA.IT

IL GOVERNO DEI SAGGI E DEL DOPPIO BINARIO.L'ITALIA E' FERMA SE NON CI MUOVIAMO SUBITO RISCHIAMO DI AFFONDARE.

GOVERNO CRISI ITALIANA.MATTEO CORSINI FEDERAZIONE DEI MODERATI ITALIANI FMI,CANDIDATO SINDACO DI ROMA: "I PARTITI GIOCANO AL MASSACRO SULLE SPALLE DEGLI ITALIANI.PIERLUIGI BERSANI HA PAURA DI NUOVE ELEZIONI,PERCHE' SA CHE IL PARTITO DEMOCRATICO SARA' SPAZZATO,NEANCHE MATTEO RENZI RIUSCIRA' A TENERE LA BARCA TRA LE ONDE DELLA BURRASCA.IL PARTITO DEMOCRATICO E' NELLE MANI DI UNA LOBBY DI POTERE CHE HA PREFERITO UN EX COMUNISTA COME LEADER POLITICO, E QUESTO HA CONDOTTO LA SINISTRA ALLA SCONFITTA ELETTORALE.

LA MELINA DEI PARTITI DEL CENTRODESTRA PORTA NELLA STESSA DIREZIONE,COME IL GIOCO DI SPONDA DEL MOVIMENTO 5 STELLE,INCAPACE ANCHESSO DI DARE RISPOSTE ALLA CRISI CHE STIAMO ATTRAVERSANDO.

IN ITALIA C'E' BISOGNO DI ORDINE CONTRO IL DEGRADO MORALE,ECONOMICO E FINANZIARIO.L'ITALIA HA BISOGNO DI UN NUOVO LEADER CHE SAPPIA FRONTEGGIARE LE ONDE DELL'URAGANO CHE STA INVESTENDO LA PENISOLA.CORAGGIO,FORZA,DETERMINAZIONE.SE ATTENDEREMO ANCORA SAREMO TRAVOLTI UNA VOLTA PER SEMPRE."

UNISCITI ALLA FEDERAZIONE DEI MODERATI ITALIANI FMI PER LE PROSSIME ELEZIONI AMMINISTRATIVE DI ROMA.

ROMA (Reuters) - Il leader del Pd Pier Luigi Bersani è convinto che sarà il nuovo capo dello Stato, che si eleggerà a partire da metà aprile, a dare il nuovo incarico per tentare di formare un governo, dopo che il presidente uscente Giorgio Napolitano ha indicato in una decina di giorni il tempo di lavoro dei "saggi" che ha nominato per trovare una soluzione al dopo-voto.

Il candidato premier del centrosinistra resta comunque convinto che non ci siano alternative alla proposta che ha avanzato nei giorni scorsi ai partiti, cioè quella di un "doppio binario" col governo affidato a lui stesso o un altro esponente del suo partito - grazie a un qualche tipo di sostegno in Senato da parte delle altre forze politiche - e una Convenzione che vari le riforme istituzionali.

"Osservo le affermazioni e le decisioni del presidente della Repubblica. Certamente un'affermazione che dice 8-10 giorni per il lavoro di queste personalità mi pare alluda che la ripartenza venga consegnata al nuovo presidente", ha detto Bersani nel corso di una conferenza stampa oggi.

Oggi in una nota Napolitano ha detto che il lavoro delle due commissioni da egli istituite - una dedicata all'economia, l'altra alle riforme istituzionali - non dovrebbe durare più di 8-10 giorni e, comunque, non superare temporalmente la fine della presidenza di Giorgio Napolitano, a metà mese.

VOTO ANTICIPATO E' "IPOTESI DISASTROSA"

Dopo il pre-incarico assegnato una decina di giorni fa, e conclusosi senza la costituzione di una maggioranza di governo, come chiedeva il presidente, sembra evidente che le trattative tra i partiti ripartiranno dal nome del prossimo inquilino del Quirinale, e che dopo la sua elezione si tenterà di nuovo di dare vita a un governo, evitando le elezioni anticipate, ipotesi che il Pd contrasta.

"Ritengo che sarebbe una ipotesi disastrosa", ha scandito Bersani a proposito di un voto a breve, dicendosi "abbastanza convinto che tanta parte del Parlamento la ritenga disastrosa per il Paese".

Parlando del Quirinale, il leader politico ha detto che almeno nelle prime tre votazioni per l'elezione del nuovo presidente, quelle in cui serve un quorum più alto, il Pd lavorerà "onestamente per una larga o larghissima convergenza parlamentare".


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.