Martedi' 05 Luglio 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Economia
  • CORSERA ESTERI PORTOGALLO QUANDO L'EURO SCOPPIA PEDRO PASSOS COELHO E' COMINCIATO IL COUNT-DOWN...

CORSERA ESTERI PORTOGALLO QUANDO L'EURO SCOPPIA PEDRO PASSOS COELHO E' COMINCIATO IL COUNT-DOWN

Roma Domenica 4 Maggio 2013 Corsera.it

Forse l'Europa come la conosciamo e' gia' finita,forse l'Euro,come moneta unica,e' destinato a soccombere,perche' alla fine dei giochi,tutti i nodi vengono al pettine e in alcuni paesi dell'eurozona,rmai e' chiaro che l'impatto della moneta unica senza una banca centrale all'altezza dei compiti,e' destinata a saltare.

Crisi euro.Il Portogallo non e' ancora rientrato del suo enorme debito e dopo le ristrutturazioni messe in cantiere,deve tornare a sopportare un'altra terribile manovra finanziaria.Eliminata la settimana da 35 ore,30mila dipendenti pubblici andranno a casa e non e' finita:i lavoratori dipendenti pubblici dovranno lavorare un anno di piu',per raggiungere la pensione.

Il Portogallo ha ottenuto un piano di salvataggio di 78 miliardi di euro,ma pare che la misura non sia stata sufficente,data la recessione economica,che impedisce di raggranellar erisorse attraverso le imposte.Il rigore tributario,che si unisce alla recessione economica,non fa altro che peggiorare le cose e in Portogallo ormai e' chiaro che il tappo dell'euro e' una condizione destinata a fallire.

 

In un discorso alla nazione, fatto venerdì sera, il primo ministro portoghese Pedro Passos Coelho ha annunciato che la settimana di 35 ore sarà gradualmente eliminata nel 2013 per i dipendenti pubblici, il cui numero sarà ridotto di 30. 000 unità.

Pedro Passos CoelhoOltre all’estensione della settimana lavorativa a 40 ore i dipendenti pubblici portoghesi dovranno lavorare fino a 66 anni, prima di poter andare in pensione.

L’età pensionabile rimarrà a 65 anni, ma per avere la pensione non decurtata i portoghesi dovranno lavorare per un altro anno.

Il Portogallo ha ottenuto un piano di salvataggio di 78 miliardi di euro nel 2011, di cui 61 già consegnati.

“Se non rispettiamo i termini usciamo dall’euro, con conseguenze catastrofiche per tutti”, ha detto venerdì sera Pedro Passos Coelho.

Ma nel Paese il malcontento è tanto. La disoccupazione è al 17,5 per cento e si prevede che arriverà al 18,5 per cento l’anno prossimo.


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.