Venerdi' 07 Agosto 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Mondo
  • CORSERA DOMENICO QUIRICO FUGA DI MEZZANOTTE E' LIBERO IL GIORNALISTA ITALIANO...

CORSERA DOMENICO QUIRICO FUGA DI MEZZANOTTE E' LIBERO IL GIORNALISTA ITALIANO

Roma 8 settembre 2013 Corsera.it Domenico Quirico e' libero torna in Italia a mezzanotte.L'incubo per il giornalista italiano e' finito,rapito alcuni mesi orsono in Siria,al centro del conflitto che divampa nel paese.Domenico Quirico era scomparso in Siria,dissoltosi nell'aria,sparito.Cominciava l'incubo infernale per la sua famiglia,l'atroce paura di un delitto di sangue avvolgeva il giornalismo italiano.Incubo per la fuga di mezzanotte,come un sogno coltivato al buio di una cella,dove Domenico Quirico ha trascorso i suoi ultimi mesi.Buio,freddo,palpitazioni,gli occhi spalancati nel tentativo di capire come fuggire,come andarsene dai suoi carcerieri.Domenico Quirico al centro di un affaire internazionale,una delle tante rappresagli al mondo occidentale per evitare che le forze della coalizione intervengano militarmente nel paese.Il dramma di un uomo nel dramma della guerra,la solitudine del giornalista al centro di uno scambio di ricatti,di indicibili prove di odio.ha vissuto tutto questo Domenico Quirico,ha patito le pene dell'inferno,ha sentito il suo cuore battere in fondo alla gola,sperando di rivedere i suoi cari le figlie nuovamente il suo mondo di sempre.Un'esperienza atroce,alle volte disumana,indecifrabile per la sua crudelta',senza fine,un lungo tunnel buio dove l'uomo rimane sepolto con se stresso e la paura che batte alla porta,che serpeggia in ogni parola dei carcerieri.E' ghiaccio che ti scivola dentro,ti fa collassare,paralizza i movimenti,rende incandescenti alla pieta'.Ma adesso per Domenico Quirico e' finita,finito l'incubo,finite le notti insonni,finita quella paura che lo attanagliava,senza sapere il perche'.La morte si e' fatta da parte,quella grigia presenza nell'oscurita' del buco del mondo,l'ultimo posto dove vivere,dove sognare,dove pregare,appeso alla speranza,a quella infinita intermittente agonia dello spirito,che ogni giorno,trascinava l'uomo oltre il confine della morte,quella lotta spietata per la sopravvivenza. Erano esattamente 5 mesi che aspettavamo questa notizia, commovente telefonata di Emma Bonino» scrive su Twitter il direttore del «La Stampa», Mario Calabresi. «La notizia della liberazione di Domenico Quirico mi riempie di grande gioia e di soddisfazione. Il mio pensiero va prima di tutto ai parenti che potranno finalmente riabbracciare Quirico dopo tanti mesi e numerosi momenti di ansia» interviene il ministro degli Esteri Emma Bonino. Anche il presidente della repubblica, Giorgio Napolitano, esprime «vivissimo apprezzamento per l'impegno dispiegato dal ministro Emma Bonino, dal ministero degli Esteri e dai Servizi per il successo di tutti i delicatissimi passi volti a garantire la libertà di Domenico Quirico». E il premier Enrico Letta sottolinea che «la sperana non era mai venuta meno» e che «vengono ora coronati dal successo tutti gli sforzi messi in campo per un esito positivo della vicenda». «È una gran bella notizia. Fa tirare un sospiro di sollievo ai familiari, ai colleghi del suo giornale, a tutti coloro che lavorano per i media nel mondo cercando di illuminare con notizie di verità la tragica vicenda siriana» reagisce Franco Siddi, segretario nazionale della Federazione nazionale della stampa.

Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.