Sabato 01 Ottobre 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Italia
  • TERREMOTO AQUILA.I FUNERALI DELLA TRAGEDIA.MIGLIAIA DI PERSONE DAVANTI ALLE BARE DI LEGNO....

TERREMOTO AQUILA.I FUNERALI DELLA TRAGEDIA.MIGLIAIA DI PERSONE DAVANTI ALLE BARE DI LEGNO.

Aquila 10.4.2009 (Corsera.it)di Matteo Corsini

 Un giorno di lutto nazionale,da noi e nel mondo,anche in quei paesi che ogni giorno sbarcano sulle nostre coste migliaia di immigrati clandestini.Gli italiani che sempre sono disposti ad aiutare il mondo,ad accogliere le vittime della fame,concedere una coperta,abbeverare gli assetati,sfamare i malconci,oggi si sono uniti nel dolore del disastro del terremoto.Uniti insieme abbracciati l'uno all'altro.Il dolore vibra come una vertigine tra la gente,come il soffio del vento,la scossa vitale della compassione e dell'amore.Il lungo e ultimo saluto a Dio dei propri cari,l'anima che si  volge indietro come uno sguardo per quel saluto carico di lacrime gelate che scendono sul volto e non torneranno mai più.Quel sentimento di abbandono e disperazione che solca il volto di questa gente,riunita all'aperto per i funerali dei propri cari,perchè nessuna Chiesa,nessuna casa di Dio è disponibile,c'è solo il sole e il cielo,la natura e l'aria indescrivibile di questi luoghi dorati.

Siamo tutti con loro,tutti tra di loro,tutti a cercare ancora da qualche parte qualcuno che sia ancora in vita,che ci conceda l'ultima emozione del ricordo.Ma il frastuono della desolazione è altrettanto solenne,fastidioso,stordisce coloro che sono piegati dal dolore,le cui membra tremano ricordando i volti,gli sguardi,i sorrisi di chi si amava teneramente.Sono figli,madri,padri,nonni.Qualcosa che è scomparso per sempre,vive soltanto nei ricordi,echeggia nell'aria primaverile ma è difficile da ricongiungere a qualcosa che non sia soltanto macerie.Non esistono più quegli occhi non esistono più le loro case,è distrutta la storia.

Immaginiamo i racconti,immaginiamo i ricordi,speriamo che qualcosa cambi di nuovo,che quei sorrisi ricompaiano all'improvviso e tutto sia soltanto un brutto sogno da dimenticare.ma quella gioia,quella speranza è divelta,strappata come un fiore che non profuma più.

Inserisci il testo della notizia

Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.