Venerdi' 09 Dicembre 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Mondo
  • GRENOBLE CORINNA BETSCH MICHEAL SCHUMACHER SI E' SVEGLIATO LA MIA PIU' GRANDE GIOIA...

GRENOBLE CORINNA BETSCH MICHEAL SCHUMACHER SI E' SVEGLIATO LA MIA PIU' GRANDE GIOIA

Grenoble 30 Gennaio 2014 Corsera.it Giovedi' 30 Gennaio 2014 ore 13.25 Micheal Schumacher si e' svegliato.In festa Corinna Betsch che e' letteralmente esplosa di gioia difronte ai medici abbracciandoli tutti insieme.Micheal Schumahcer il 7 volte campione del mondo e' sveglio,e' tornato alla vita. Sabine Kehm, manager di Michael Schumacher, conferma le anticipazioni pubblicate da La Stampa: «I medici - annuncia - hanno diminuito la sedazione per cominciare il processo di risveglio». Secondo il quotidiano francese L’Equipe, Schumi ha cominciato a sbattere le palpebre e non sarebbe più in pericolo di vita. Per gli specialisti intervistati dal giornale «l’apertura degli occhi è un classico segnale di risveglio» dal coma. La decisione dei medici è arrivata dopo aver accertato che il tedesco non è più in pericolo di vita. Dopo il risveglio, processo che dovrebbe richiedere una settimana, inizierà una lunga fase di riabilitazione e rieducazione. L’incognita vera, che angoscia chi gli è vicino, sono i possibili danni permanenti. Le conseguenze dell’incidente sono stati gravi: emorragie cerebrali diffuse e edemi che hanno compresso il cervello soprattutto nella parte sinistra, dove i neuroni elaborano il linguaggio e comandano la parte destra del corpo. A questo si aggiunge l’immobilità che atrofizza i muscoli e blocca le articolazioni. L’unica certezza è che sarà un percorso molto lungo. Sabine Kehm, manager di Michael Schumacher, conferma le anticipazioni pubblicate da La Stampa: «I medici - annuncia - hanno diminuito la sedazione per cominciare il processo di risveglio». Secondo il quotidiano francese L’Equipe, Schumi ha cominciato a sbattere le palpebre e non sarebbe più in pericolo di vita. Per gli specialisti intervistati dal giornale «l’apertura degli occhi è un classico segnale di risveglio» dal coma. La decisione dei medici è arrivata dopo aver accertato che il tedesco non è più in pericolo di vita. Dopo il risveglio, processo che dovrebbe richiedere una settimana, inizierà una lunga fase di riabilitazione e rieducazione. L’incognita vera, che angoscia chi gli è vicino, sono i possibili danni permanenti. Le conseguenze dell’incidente sono stati gravi: emorragie cerebrali diffuse e edemi che hanno compresso il cervello soprattutto nella parte sinistra, dove i neuroni elaborano il linguaggio e comandano la parte destra del corpo. A questo si aggiunge l’immobilità che atrofizza i muscoli e blocca le articolazioni. L’unica certezza è che sarà un percorso molto lungo. L’ex campione di Formula 1 è ricoverato in coma farmacologico dal 29 dicembre dopo un incidente sugli sci a Méribel, in Francia, ed è già stato operato due volte al cervello.

Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.