Venerdi' 09 Dicembre 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Mondo
  • CORSERA CORONAVIRUS ITALIA POPOLO DI EROI CONTRO LA PANDEMIA CINESE, GIUSEPPE CONTE COME ENRICO TOTI...

CORSERA CORONAVIRUS ITALIA POPOLO DI EROI CONTRO LA PANDEMIA CINESE, GIUSEPPE CONTE COME ENRICO TOTI

CorSera.it 29 febbraio 2020 editoriale di Matteo Corsini ( redazione 335291766 )

Ciò che più mi lascia perplesso in questa guerra infettiva, è la mediocrità di tutti i nostri politici, che hanno perso di vista il senso della logica, della patria, della solidarietà.Il popolo italiano in poche ore è stato investito da un terremoto infettivo di cui non si conosce praticamente nulla e in poche ore, ha reagito, unito, compatto, solidale, per contrastare il virus letale Covid 19. Un popolo di eroi al cui capo c'è una persona semplice, umile, un foggiano malvestito ( come sostiene Vittorio Feltri), assurto ad eroe proprio come Enrico Toti, immolandosi difronte al suo popolo per rincuorarlo, alzare la bandiera italiana, suonare la carica, infondere fiducia, e nel caso più estremo sacrificare anche la sua gruccia pur di respingere un nemico soverchiante. Onore dunque al soldato in trincea Giuseppe Conte, eroe nazionale. 

Italiani un popolo di eroi in guerra contro il Coronavirus, lasciati a se stessi dal mondo intero, che forse non aveva ancora ben compreso il coraggio,la determinazione mostrata e messa in campo da tutto il popolo italiano contro la pandemia del COVID 19. I nostri presidi sanitari, gli ospedali, si sono trasformati improvvisamente e per disperazione in trincee, investiti da un nemico invisibile, di cui ancora oggi nessuno conosce la pericolosità e gli effetti letali. Un nemico subdolo, feroce, rapidissimo, che si diffonde a macchia d'olio in ogni parte del mondo. Un nemico che vola come un pipistrello assetato di sangue, che dopo aver divorato in Cina intere città, aver mietuto migliaia di vittime, costretto milioni di persone a rifugiarsi nelle proprie case, ha fatto un salto di 8 mila chilometri e si è presentato grondante di sangue, ai confini del mondo occidentale, investendo l'Italia e tossendoci addosso, un liquame infetto e letale.(segue in seconda pagina) 

 

 L'Italia eroica è in trincea dei confinti del mondo occidentale, chiamata per prima a rispondere con ogni uomo mezzo e risorsa, contro un virus diabolico COVID 19 , che miete vittime in ogni dove, si propaga con la velocità del vento, brucia intere regioni e poi interi paesi, salta oceani, montagne, pianure e si diffonde senza che ad oggi nessuno possa fermarlo . Gli scienziati, i virologi, gli esperti, hanno ben capito che il virus è letale, che difficile capire come potrà evolversi e che prima di molti mesi, l'umanità non avrà il vaccino per contrastarlo. Per tale motivo le polemiche fino ad oggi consumate da giornalisti, opinionisti di ogni genere e sorta, parti politiche, appaiono sterili, sintomatiche della malafede che governa la politica italiana, gli interessi particolari che si insinuano come germi nella struttura civile, più sana e coraggiosa del nostro paese. Ripeto, il popolo italiano ha una volta ancora dimostrato di essere un popolo di eroi, capace di fronteggiare qualsiasi cataclisma, fisico o virale, dimostrando unità,solidarietà, rispetto delle regole civili e sociali di accoglienza. Siamo stati investiti da un nemico mortale, invisibile, ma abbiamo continuato a fare il nostro dovere di cittadini del mondo, dando accoglienza e quei tanti africani che fuggono da scenari di orrore, lager, bande di criminali che li inseguono nei loro viaggi della libertà. Questa pandemia, ha dimostrato al popolo italiano, che basta poco per essere trasformati da primi della classe, in appestati e "negri maledetti". Ebbene lo siamo, italiani, migranti, appestati e negri. E ne siamo fieri, orgogliosi, siamo italiani e chi ci sta cacciando dai propri confini, commette un errore, poichè manca di rispetto ad un intero popolo di eroi che per primo in Occidente si è dovuto opporre con ogni mezzo, ad una guerra improbabile e impossibile, spinta innanzi da un nemico feroce, letale, che si diffonde senza freni nel mondo intero. (CorSera.it)


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.