Lunedi' 10 Agosto 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Cronaca
  • CORSERA CORONAVIRUS DROPLET ALLA COOP, CON VINCENZO SALEMME A FARE LA SPESA ...

CORSERA CORONAVIRUS DROPLET ALLA COOP, CON VINCENZO SALEMME A FARE LA SPESA

ROMA 16 MARZO 2020 CORSERA.IT  by dr.Matteo Corsini corrispondente in Italia ( 335291766 redazione mobile invia fotografie e video) 

COOP FRUTTA SUGLI SCAFFALI CHE SOTTOPOSTA A DROPLET CONTINUATO DA PARTE DEGLI AVVENTORI DEL LOCALE, POTREBBE RISULTARE ANCHE CONTAMINATA DAL CORONAVIRUS . CLIENTI ANCHE ASINTOMATICI ENTRANO SENZA GUANTI E MASCHERINE,INCURANTI DEI DANNI CHE POTREMMO CAGIONARE AI CLIENTI DOPO DI NOI. SI RISCHIA LA DIFFUSIONIE DEL CORONAVIRUS NELLA CAPITALE. LE AUTORITA' DEVONO INTERVENIRE IMMEDIATAMENTE O IL SACRIFICIO DELLA QUARANTENA ROMANA SI TRASFORMERA' BEN PRESTO IN UN LAZZARETTO DI MORIBONDI.

( Nella fotografia l'autore dell'articolo e l'attore comico Vincenzo Salemme) 

Pandemia da coronavirus nel mondo. Quando fare la spesa si rischia il contagio. Prosegue la nostra inchiesta nei supermercati aperti in Italia. 

COOP Via Ferrari a Roma. Sarebbe il caso di coniare un nuovo slogan per le COOP non più la COOP sei tu, ma il virus lo porti tu. Come sappiamo il virus del Covid-19, ha una particolarità, resiste sulle superfici per ore, se non per giorni, addirittura sembra che sul cartone possa resistere per tempo illimitato. Chiunque entra in un supermercato per fare la spesa, è come entrasse in una trincea o in un ospedale, e responsabilmente dovrebbe farlo con mascherina e guanti, onode evitare, anche per i soggetti asintomatici, di depositare il coronavirus sulle confezioni alimentari o sputare le goccioline dalla bocca mentre si parla al telefonino. Il virus Covid-19 è tenace si propaga con il droplet ovunque intorno alla persona contagiata, e non per questo deve mostrare dei sintomi riconoscibili. I supermercati di media superficie sono diventati il terminale e nello stesso tempo il nuovo generatore del contagio del coronavirus. Sono milioni gli italiani che ancora si recano a fare la spesa e le misure preventive igianico sanitarie, non sono ancora entrate nella testa dei clienti ma sopratutto degli impiegati di queste strutture. Forse non hanno ancora ben capito che sono all'avamposto di una guerra virale letale. Mi domando come mai tanti clienti entrano nel supermercato COOP senza prendere precauzioni, come quelle elementari di indossare dei guanti e la mascherina? Come mai gli impiegati della COOP di Roma consentono ai clienti di entrare senza adeguate protezioni e come mai gli stessi impiegati girano per il supermercato senza indossare i guanti o con mascherine svolazzanti? 

Quando sono passato alla COOP di Via Antonio Ferrari ho incontrato il cominco Vincenzo Salemme, che ho ripreso proprio davanti al banco dell'ortofrutta, e come potrete notare la frutta è esposta sugli scaffali senza alcuna protezione. Chiunque passando, un soggetto asintomatico o un contagiato , può infettare la frutta , il virus può agevolmente depositarsi e viaggiare nelle buste dei clienti fin dentro casa, tra le mani dei nostri figli. 

Riflettiamo tutti ancora ua volta. I supermercati sono avamposti sul fronte di questa guerra virale, malgradro questa evidenza, pochi ancora assumono precauzioni igieniche sufficienti. Roma è sprofondata nella quarantena , viviamo tutti tappati dentro casa, con grande sacrificio, ma non siamo ancora all'altezza di capire che il coronavirus si sta diffondendo alla velocità delle luce dai supermercati fin dentro le case di tutti noi. Vincenzo Salemme ce lo ha fatto capire, lui ha comprato soltanto barattoli integralmente sigillati!!!

(CorSera.it Copyright) 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.