CORSERA CORONAVIRUS ADRIANO PANZIRONI DIAVOLO O SANTONE ?LIFE 120 IL SOSIA DI JOHN LENNON LANCIA LA SFIDA AL COVID-19

Roma 29 marzo 2020 Corsera.it

CorSera.it Copyright 2020

Life 120 ? Mio padre la chiama " Dieta del soldato " che poi io ho applicato anche alla mia vita di separato, quando per due anni mi sono ritrovato a dormire in ufficio. Tra quella del soldato e LIfe 120, manca soltanto una abbondante doccia fredda al mattino. 

Panzironi: “la dieta Life 120 contro il coronavirus”, nuove sanzioni dall’Agcom. Il Covid-19 sta flagellando l'Italia, i cittadini lombardi cadono come fuscelli al vento e nessuno ancora oggi si spiega la virulenza della pandemia nella bassa Lombardia, rispetto a quanto accade nel resto del paese. Anche il l'esodo domenicale dalla coda polemica, degli oriundi milanesi, i 40 mila fuggiaschi, che notte tempo diedero l'assalto a treni per il Sud e traghetti per la Sardegna, hanno poi dato origine a focolai preoccupanti dell'epidemia da coronavirus. Come mai?

Sarebbe utile capire, secondo quanto ipotizzato dal mio amico Lucio, quanti oriundi ( immigrati dal sud Italia e stabili per lavoro o studio a Milano) siano stati affetti da Covid-19 e quanti ne siano morti. Comunque  per tornare alla dieta Life 120 di Adriano Panzironi, in Italia avremmo dovuto inventare anche questa. Adriano Panzironi, il sosia di John Lennon, è il tipico personaggio che provoca negli italiani una sorta di ammirazione mista a risentimento. E' un uomo sveglio, intelligente, molto preparato nel campo delle diete e delle ricerche scientifiche,ma sopratutto è un imprenditore diventato molto ricco.Chi diventa ricco in Italia è sempre oggetto di scherno, invidia da parte dei molti che vivono una quotidinaeità grama, grigia, priva di idee. Adriano Panzironi non era nessuno, anzi direi dalla personalità quasi scialba. Non faceva alcun effetto. Eppure, grazie al martellamento delle sue trasmissioni televisive, è riuscito a convincere il popolo italiano dei benfici delle sue diete. L'altra metà, compresiva di medici e giornalisti, è al contrario riuscita ad irritarla, a scatenargli contro tutto l'odio possibile. ( ne so qualcosa).

Una parte del popolo italiano, ha tratto giovamento dagli insegnamenti pedagogici di Adriano Panzironi, finalmente ha capito la differenza tra le proteine e il carboidrati, e sopratutto quanto è significativa l'implementazione vitaminica del "soldato in guerra", una buona dose di spremute di arance e mandarini al mattino. Una dieta che mi aveva suggerito miopadre, quando costretto dda una separazione improvvisa e inaspettata, per resistere giorno e notte nel mo ufficio, avendone ricavato un alloggio di fortuna. Per due anni ho vissuto senza acqua calda, facevo la doccia fredda al mattino e dormivo su un giaciglio sul pavimento.  Ma non mi sono mai ammalato, non ho mai avuto influenza, un raffreddore. Ero un soldato al fronte della guerra di un divorzio qualsiasi. Quindi, per sopravvivere 120 anni, consiglio anche io due bicchieri di spremuta al mattino di arance o mandarini o limoni e una doccia fredda, gelata. Non c'e' dubbio che nel caso di una pandemia, un organismo equipaggiato con vitamina C, reagirà meglio di un caffeinomane da cornetto. una dieta sana, equilibrata. La dieta Panzironi la seguo anche io, ma nel corso della settimana , aggiungo volentieri qualche bel piatto di pasta in bianco, burro e parmigiano sopra a volontà. Cammino oltre un'ora e vado alla grande. La dieta Panzironi LIfe 120 è la migliore del mondo in tempi di coronavirus, si addice bene ad un periodo in cui i carboidrati appensantirebbero l'organismo facendolo ingrassare, ma sopratutto le proteine possono dare sostegno alla moderata attività fisica e muscolare. 

Non sono d'accordso con la Sara Farnetti quando ha dichiarato : " Io sono un medico pechè ho studiato, mi stai rubando il lavoro ". Non si addice ad una persona intelligente. C'e' chi studia e non capisce niente. Poi c'è chi dice di aver studiato e se ne convince, ma la cui mediocrità e ignoranza linguistica, evidenziano la pochezza dei ragionamenti, l'indisponibilità al confronto, alla dialettica costruttiva. Mi riferisco a Mauro Falconi, che in effetti sembra più un tifoso da stadio a cui manca soltanto la sciarpa per difendersi dal Covid-19. 

Quindi, assumete quanto più vitamina C potete al matrtino, ocn una bela spremuta di arance o di mandarini ( come faccio io ) e godetevi una inebriante pozione magica profumata, che vi rimetterà al mondo. Non sappiamo se la vitamina C può sbarrare la strada al coronavirus, ma sicuramente la porta del nostro organismo è blindata, e questo alle volte ci consente di dormire sonni migliori.

CoSera.it Copyright 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti