Domenica 09 Agosto 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Covid-19
  • CORSERA CORONAVIRUS PROF. LUCA RICHELDI LO SA ANCHE PIERINO. GLI ERRORI NELLA CONFERENZA STAMPA PROTEZIONE CIVILE DEL 6 APRILE 202...

CORSERA CORONAVIRUS PROF. LUCA RICHELDI LO SA ANCHE PIERINO. GLI ERRORI NELLA CONFERENZA STAMPA PROTEZIONE CIVILE DEL 6 APRILE 2020

ROMA 6 APRILE 2020 CORSERA.IT 

CorSera.it Copyright 2020 Emergenza coronavirus pandemia Covid-19. Alle ore 18.10 si è tenuta oggi la consueta conferenza stampa della Protezione Civile italiana, a cui hanno partecipato Angelo Borrelli e il professor Luca Richeldi, pneumologo di fama internazionale (Attualmente è Direttore del Centro per le Malattie Rare dell’azienda ospedaliero-universitaria del Policlinico di Modena e Direttore di Pneumologia, Area Torace, del Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma. Inoltre è Professore Associato di Malattie Respiratorie all’Università di Modena e Reggio Emilia e Professore presso l'Università di Southampton). I numeri sono in linea con quelli della settimana, si notano miglioramenti dei guariti, del numero dei contagiati che non possono mai dare un'idea concreta dell'andamento della pandemia, perchè soltanto lo screening di

massa potrebbe realizzarlo e anche in maniera approssimativa. Ogni nuovo contagiato, incidendo nella sua sfera di azione, potrebbe aver già trasmesso la malattia ad un numero imprecisato  X o Y di persone. Capire dove arriva il bandolo della matassa è difficilissimo in queste ore. Parlando di mascherine, il professor Luca Richeldi, ha commesso un altro errore, di sottovalutazione e stima dello "scenario del caso concreto", d'altronde è un chirurgo, pneumologo, non è uno stratega, o il capo della Protezione Civile, quindi non è un generale dell'esercito. Ma non ci vuole Pierino, per capire che l'uso delle mascherine, contrariamente a quanto da lui sostenuto,  è indispensabile e lo sarà sempre, nei momenti di parossismo di una pandemia, e risulterà meno indispensabile, nelle fasi successive, quelle in cui lo scenario epidemiologico tenderà ad un miglioramentoe, si indica come fase di normalizzazione, a cui segue quela di re-opening o ripartenza. Le mascherine , quelle che riescono ad aderire al volto, sono indispensabili per chiunque voglia proteggersi dal contagio. Chi sostiene altro, come Angelo Borrelli, dovrebbe avere la compiacenza di dimettersi e di occuparsi dell'orto di casa. Non si scherza con la pandemia, non si sfida, Boris Johnson è l'esempio vivente di uno sfidante borioso,che ha finito per fare la figura del coglione in mondo visione. Ma lui è inglese, Borrelli è al capo della Protezione civile.Ogni sua parola va calibrata bene, dobbiamo salvare vite umane, non dimostrare quale sia la tesi migliore. Difendiamoci dal Covid-19 mantenendo le distanze di sicurezza e indossando , sempre la mascherina.

 

CorSera.it Copyright


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.