CORSERA CORONAVIRUS ROMA IL MONDO DI MEZZO, MERCATO IMMOBILIARE ILLEGALITA' DIFFUSA E PUBBLICITA' INGANNEVOLE

ROMA 13 APRILE 2020 CORSERA.IT

CorSera.it copyright 2020 

Mercato immobiliare a illegalità diffusa e il nuovo mondo di mezzo. Denunciati per frode al sostituto Procuratore dr. Antonio Clemente, diversi agenti immobiliari. Un giro di affari milionario, quello delle compravendite di patacche, che sfrutta a piene mani i siti di annunci immobiliari come Casa.it, Idealista, Wiki casa, Trova casa, sulle cui piattaforme vengono commercializzati centinaia di immobili affetti da plurimi vizi urbanistici, inagibili o addirittura abusivi. L'autorità indipendente AGCOM chiamata in campo dagli esposti inoltrati dagli utenti per verificare la regolarità della pubblicità ingannevole.  

 

E' un business milionario, che coinvolge venditori, ex politici, sensali che agiscono nel torbido, siti  immobiliari, che lucrano sulla moltiplicazione degli annunci di immobili abusivi, che non potrebbero permanere nei siti, ma che producono una fortuna ogni mese, ogni anno.  E' quel mondo di mezzo che si incrocia casualmente con l'ex mondo di sopra, quello dei Ciriaco de Mita, il suo colossale attico in Via in Arcione, coacervo di abusi edilizi ( a firma dei servizi segreti italiani che si occuparono di proteggere la casa con gigantesche vetrate antiproiettile) che rende di fatto la proprietà invendibile. Eppure la pubblicità dell'attico di Re Ciriaco imperversa nel sito Casa.it, promossa da una nota  agenzia immobiliare della capitale,Caldwell & Banker.. Affari immobiliari, che consentono di incassare le laute provvigioni alla accettazione della proposta di acquisto,anche se successivamente l'immobile venga dichiarato intrasferibile dal notaio.Molti non sanno che l'affare si chiude comunque per l'agente spregiudicato ed ha diritto di incamerare la provvigione. All'acquirente, rimarebbe la beffa, costretto da una lato al pagamento della parcella dell'agente e dall'altra, un pungo di mosche in mano. A quel punto passeranno anni prima di rivedere la caparra versata.

 E' il mondo di mezzo, sensali spregiudicati, che si prestano a commercializzare immobili invendibili.

A Roma questa illegalità è diffusa, come un cancro,  il gioco delle carte truccate tra risultanze catastali, stato dei luoghi e titoli abilitativi. Dove sta il trucco? Semplice ve lo spiego.

del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 

Gli espedienti sono diversi, come quello di accatastare le superfici abusive, magari anche oggetto di domanda di condono, le cui superfetazioni, ad esempio realizzate nel centro storico di Roma, sono state realizzate in violazione di norme edilizie sul carico strutturale (collaudo statico) e di quelle sismiche. A Roma infatti cadono i palazzi, come per Lungotevere Flaminio. Poco prima che iniziasse il coronavirus, tre agenti immobiliari sono stati denunciati al sostituto procuratore Antonio Clemente, nel corso di un'indagine sul malaffare delle compravendite immobiliari. Uno è Gabriele De Simone, GDS immobiliare , reo di aver venduto un attico in centro storico, del tutto irregolare, privo della agibilità e in assensa dei requisiti poter ottenerlo. Ma nella consumazione del reato, ha ben immaginato di garantire al potenziale compratore la regolarità dell'immobile, sostenendo che un "plastico del palazzo " è presente all'archivio capitolino. Totò e Peppino non avrebbero potuto fare meglio nella celeberrima vendita della Fontana di Trevi, al malcapitato turista americano. Ma meglio di lui ha fatto Barbara Alessio, membro autorevole della Link immobiliare, (oggi passata armi a bagagli alla Sotheby's real estate sic!!!) che ha consumato la frode in danno di un malcapitato, piazzandogli un attico nel cuore del centro storico, privo di regolarità urbanistica, senza agibilità, superfetazione abusiva costruita sull'impalcato in violazione delle norme strutturali statiche e sismiche. La venditrice una nobildonna romana , tale contessa Giovanna Deodato , accompagnata da un sedicente giovanottone che vanta di appartenere ad una rinata massoneria molto potente. Il network di sensali specializzati nella vendita di immobili abusivi e irregolari, vanta poi di una ramificata organizzazione, che predispone circolari dal contenuto diffamatorio e calunnioso, contro chiunque rimasto impigliato nella rete di malaffare, ricorrere alla magistratura per vedere tutelati i propri diritti. La prestigiatrice della diffamazione è una tale Giovanna Mittiga, e una sua collaboratrice tale Assja Landau.Nella rete del malaffare, sono coinvolte la Pasquarelli Immobiliare srl , la signora Silvia Carandini, Davide Lotti, Mauro Valentino, che ricevendo le circolari diffamatorie, fanno da carrier per la diffusione della pandemia denigratoria.Il terminale di tale network di malaffare , sarebbe la giornalista Adelaide Pierucci che scrive per la cronaca del il Messaggero, perorando la causa dei soggetti menzionati. 

Nel corso delle suppletive indagini investigative da parte degli efficienti funzionari della PG dell'arma dei Carabinieri, si è potuto accertare senza ombra di dubbio, che gli agenti immobiliari Gabriele De Simone, Baraba Alessio, Ing. Petroselli,  commercializzavano per un controvalore di milioni di euro, proprietà immobiliari affette da plurimi vizi urbanistici e privi della agibilità, a tal punto da risultare incommerciabili e intrasferibili, secondo quanto testimoniato al sostituo procuratore Antonio Clemente, da diversi notai della Capitale. 

Questo è il mondo di mezzo, parte del mondo di sopra, ex nomi noti, un mercato immobiliare ad illegalità è ormai diffusa, e dove si alternano personaggi che tramestano nel torbido, anche vagamente artistici, come tal Baresford.

 

Per acquistare casa sid ve fare attenzione. Scrivete e chiamate Corsini real estate corsinicase@gmail.com 

dr.Matteo Corsini

 

 

 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti