Martedi' 11 Agosto 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Esteri
  • CORSERA RECOVERY URSULA VON DER LEYEN ECCITATA E SEXY AL MINI VERTICE A TRE CON GIUSEPPE CONTE E MARK RUTTE PER L'ACCORDO FINALE...

CORSERA RECOVERY URSULA VON DER LEYEN ECCITATA E SEXY AL MINI VERTICE A TRE CON GIUSEPPE CONTE E MARK RUTTE PER L'ACCORDO FINALE

A sera, la strada è ancora in salita: si tratta a oltranza con Olanda, Danimarca, Svezia, Austria e Finlandia, che chiedono di tagliare 150 miliardi dalla proposta originaria di 500 miliardi di sussidi post-Covid. Per il premier italiano è imperativo portare a casa un Recovery fund non ridimensionato, mantenere le aspettative della vigilia. E il volto teso testimonia la difficoltà del momento. Al terzo giorno di negoziato Conte arriva dopo una nuova chiacchierata notturna, al bar dell'albergo che li ospita, con Angela Merkel e Emmanuel Macron. A un certo punto si unisce anche un'euforica presidente della Commissione Ue Ursula Von Der Leyen: «Giuseppe!», lo saluta con calore. È da lei che i negoziatori italiani si sarebbero aspettati un sostegno più forte nella battaglia sulla governance di Next Generation Eu, cioè sul meccanismo di valutazione dell'attuazione delle riforme da parte dei singoli Stati. Rutte vuole una decisione unanime del Consiglio europeo, Conte non intende transigere e spinge per una decisione a maggioranza, anche se vorrebbe che le decisioni fossero prese dalla Commissione europea. È scritto nei trattati, insiste, evocando ricorsi alla Corte di Giustizia Ue. 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.