Giovedi' 01 Ottobre 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Milano cronaca
  • CORSERA MILANO COME BEIRUT ? TORRI BOSCO VERTICALE DA EVACUARE SUBITO, IL FUOCO POTREBBE INCENDIARLE E DISTRUGGERLE ...

CORSERA MILANO COME BEIRUT ? TORRI BOSCO VERTICALE DA EVACUARE SUBITO, IL FUOCO POTREBBE INCENDIARLE E DISTRUGGERLE

Milano 6 agosto 2020 CorSera.it 

L'architettura e l'utopia. Quando la mente umana costruisce macchine infernali che possono arrecare il peggior dolore ad un essere umano. Morire bruciati o lanciandosi dalla finestra. Archistar o psicopatici deliranti? Nelle torri di Stefano Boeri ci sono 20 mila piante pronte a prendere fuoco. Progetto ecocompatibile, bellissima utopia, da evacuare in 24 ore senza pensarci un altro istante. 

Beirut e le Torri Gemelle a New York, dovrebbero fare da esempio. Due tragedie immani, causate anche dall'imperizia dell'uomo, costruttiva, e logistica. Le Torri Gemelle non avevano la struttura per reggere ad un incendio, non c'erano via di fuga per liquidi incendiari, non esistevano sistemi di sicurezza per evacuare le persone anche dall'esterno. Hanno preso fuoco e si sono accartocciate su se stesse, e sono implose. Il mondo intero ha assistito impotente a quella tragedia, così come ieri notte a quella di Beirut.L'uomo non  può fare niente oppure è la causa di tutto? Quasi tutti i grattacieli nel mondo, non prevedono sistemi di sicurezza di evacuazione esterna, eppure, qualsiasi rocciatore, potrebbe predisporre dei sistemi di discesa con funi, utili a scaricare a terra quante più persone possibili. Nessuno ci ha mai pensato? Ci ho pensato io. L'uomo costruisce grattacieli per vanagloria o per capacità tecnica, ma dopo diventano trappole per topi. Luoghi di morte, e delle più terribili e feroci. Fiamme o salto nel vuoto? Possiamo immaginare che cosa ha costruito l'uomo? Uno scenario orribile, inconcepibile. Eppure sono là, a glorificare i progetti delle archistar. Macchine infernali, dove la gente muore arrostita. Cancelliamole dalla nostra immaginazione e costruiamo strutture umane, da dove gli uomini possano fuggire senza fare la fine dei topi.

Se le torri del bosco verticale di Boeri si incendiassero, diventerebbero delle torce avviluppando la struttura in pochi secondi, senza lasciare scampo agli sventurati inquilini.Nelle due torri progettate da Boeri, vivono centinaia di persone, che potrebbero finire in graticola e fare una morte orribile.  La foresta metropolitana non esiste se non nei sogni degli architetti. Sono opere straordinarie, ma in una scala da 1 a 10 di pericolosità, forse peggio di un terremoto. In caso di incendio, le fiamme potrebbero saltare da un piano all'altro con una tale facilità e velocità da rendere del tutto inidonei gli impianti antincendio. Fuoco, vento, salti verticali delel fiamme da un albero ad un altro. Sarebbe una tragedia per Milano e non adesso, non adesso. 

Non conosco quali siano gli impianti antincendio presenti nelle due torri, ma se fossi il Sindaco di Milano non esiterei a promulgare un'ordinanza di evacuazione. Il caldo afoso di questi giorni e il vento, potrebbero causare una tragedia. Pochi secondi e wamp, il Bosco farebbe la fine delle Torri Gemelle. O si tagliano gli alberi o si evacuano le persone. Non attendiamo una prossima Beirut. 

 

CorSera.it 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.