Lunedi' 29 Novembre 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • VIVIANA PARISI
  • CORSERA OMICIDIO VIVIANA PARISI IN FUGA DAL SUPERLATITANTE MAFIOSO. L'ENIGMA DELLA MORTE NELLA DINAMICA DELL'INCIDENTE...

CORSERA OMICIDIO VIVIANA PARISI IN FUGA DAL SUPERLATITANTE MAFIOSO. L'ENIGMA DELLA MORTE NELLA DINAMICA DELL'INCIDENTE

Messina 19 agosto 2020 CorSera.it dal corrispondente Bruto Osvaldi investigatore 

Qualcosa non mi convince, ma la dinamica dell'incidente spiega molte cose. Qui dobbiamo trovare la riposta alla sua morte. 

Omicidio Viviana Parisi. La ricostruzione della dinamica dell'incidente, racchiude la soluzione dlel'enigma della scomparsa della dj torinese. Se effettivamente la Opel Corsa, si è ribaltata, per ben due volte, vuole dire che la donna viaggiava ad una velocità superiore a quella mantenuta nel corso di tutto il tragitto e quella accertata dagli investigatori. Dai riscontri effettuati, sappiamo che Viviana percorreva l'autostrada a circa 60 chilometri orari. Come mai ha aumentato la velocità proprio sotto la galleria fino a portarsi a 100 chilometri orari? Qualcuno la seguiva e l'ha speronata causando il ribaltamento del veicolo? 

Ma c'e' un altro misterioso quesito a cui i testimoni dovranno rispondere. Perchè i due operai addetti alla manutenzione non vanno in soccorso del conducente e si dirigono in direzione opposta a dirigere il traffico, forse addirittura a fermarlo nei primi minuti?

Chi hanno visto? Hanno ricevuto degli ordini da parte di qualcuno? C'erano dei mafiosi sotto la galleria che seguivano Viviana Parisi interessti alla sua sorte ? 

Dopo una carambola così grave, possibile che Viviana Parisi non si sia messa ad urlare dalla paura e per la sorte del piccolo Gioele?

 

Chi sono davvero le persone che sono scese dalle automobili dietro di lei? Perchè Viviana Parisi fugge subito dopo aver incontrato il primo soccorritore? Perchè non risponde alla sua richiesta di aiuto? Immaginava fosse uno degli aguzzini della cosca mafiosa del suo amante? Una cosa è certa, Viviana Parisi, dopo quel pauroso incidente fugge non appena quel primo soccorritore le si avvicina. Stringe Gioele tra le braccia e si dilegua. 

 

La nuova ricostruzione della dinamica dell'incidente dal programma Chi l'ha visto? 

L'incidente è stato più serio di quanto detto inizialmente. "L'Opel Corsa guidata da Viviana Parisi viaggiava a 100 chilometri all'ora: ha urtato un furgone, l'auto ha sbandato e si è ribaltata almeno due volte, ha un finestrino in frantumi e un pneumatico esploso. "Abbiamo sentito una frenata, poi ci è venuta a sbattere sul lato guidatore", ha spiegato uno degli operai a bordo del furgone a Chi l'ha visto?. L'incidente potrebbe aver sconvolto effettivamente Viviana, già fragile psicologicamente. Non a caso, come confermato dal procuratore Cavallo, "dopo l'incidente era agitata e impaurita". Possibile che sotto choc per il trauma e spaventata per le possibili ferite riportate da Gioele abbia deciso in preda al panico di fuggire. Cosa sia successo a quel punto, fatalità, incontro "sfortunato" con un terzo uomo od omicidio-suicidio, è ancora un mistero.


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.