Mercoledi' 30 Settembre 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • CRONACA NAPOLI
  • CORSERA NAPOLI CAMORRA LIVES MATTER ? FRANCESCO BORRELLI AGGREDITO SCHIAFFEGGIATO E INSULTATO DA DUE VAJASSE ...

CORSERA NAPOLI CAMORRA LIVES MATTER ? FRANCESCO BORRELLI AGGREDITO SCHIAFFEGGIATO E INSULTATO DA DUE VAJASSE

San Giovanni Bosco Napoli 29 agosto 2020 Corsera.it dal corrispondente Onofrio Manero

Camorra lives matter? Aggressione della camorra napoletana al consigliere regionale Francesco Borrelli, che viene picchiato, poi cade in terra. Arriva un camorrista che gli solleva la testa per prenderlo a pugni , fortunatamente fermato da una guardia giurata. Circondato, inerme, sdraiato per terra dolorante, si scagliano contro di lui due vajasse napoletane che lo insultano , vogliono ferirlo, forse seppellirlo da qualche parte. Il grido è " PISCIAZZA "  che in napoletano significa ORINA equivalente di pisciasotto, un uomo di merdae  un vigliacco. 
La scena a cui possiamo tutti assistere è terrificante, significa che la camorra agisce alla luce del giorno indisturbata dalle autorità, spadroneggia, può indifferentemente aggredire un cittadino, prenderlo a pugni in faccia, schiaffeggiarlo , tracinarlo per la strada, insultarlo e intimorirlo.
 

Questa è la camorra, quella che l'abilissimo Vincenzo De Luca riesce a far dimenticare con i suoi video esilaranti, che lo hanno portato nei sondaggi a ben oltre di gradimento tra gli elettori campani. Ma questa aggressione riporta tutto indietro all'età della pietra, chirisce che la camorra è un problema serio, criminale, pericoloso e che sopratutto può indifferentemente ferirti come ucciderti se violi le loro regole o soltanto se vuoi far luce sui loro traffici illegali. 

Mi domando se in Italia dobbiamo ancora assistere ad episodi del genere? A Napoli c'e' la camorra, che delinque e organizza la struttura lavorativa della  città. Faciel intuire che le due guardie giurate lavorano perchè qualcuno ha voluto e infatti i camorristi non le hanno neanche sfiorate con un dito. La camorra aggredisce e protegge. Per non sparare ad un camorrista che aggredisce un politico dobbiamo affidarci all'autoritàù della camorra oppure difenderci come fanno negli USA. La polizia va rispettata sempre, sopratutto quando opera in uno scenario violento. Se un rappresentante delle forze dell'ordine può essere spintonato come ha fatto l'aggressore camorrista, l'autorità dello Stato non c'è e quindi dobbiamo ripristinarla. 

Ennesima aggressione ai danni di Francesco Borrelli. Questa volta il consigliere regionale si trovava all'esterno dell'ospedale San Giovanni Bosco quando è stato aggredito da due uomini e due donne. E' stato difeso dalle guardie giurate e curato nel Pronto Soccorso del nosocomio


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.