Venerdi' 24 Settembre 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Delitto Caronia
  • CORSERA DELITTO CARONIA VIVIANA PARISI INFELICE FINITA IN UN VICOLO CIECO, PROBLEMI ECONOMICI E VOGLIA DI EVADERE DALLA GABBIA FAM...

CORSERA DELITTO CARONIA VIVIANA PARISI INFELICE FINITA IN UN VICOLO CIECO, PROBLEMI ECONOMICI E VOGLIA DI EVADERE DALLA GABBIA FAMIGLIARE

Messina 30 agosto 2020 CorSera.it Bruto Osvaldi investigatore privato 

Delitto Caronia. Emerge dai dettagli della vita privata di Viviana Parisi, che la famiglia Mondello fosse affetta da seri problemi economici. Il marito Daniele Mondello non faceva più il dj, ma l'autista di camion. Quando Viviana Parisi spariva da casa, tornava e si metteva a recitare la Bibbia in terrazza, fingendosi pazza. Ne ho conosciute di donne facilmente identificabili come inferme, che sfuggivano dalle grinfie del marito per incontrare l'amante e quando tornavano di spegnevano in pianti esasperati per eludere sospetti e successiva sorveglianza. Se una donna sembra pazza, infelice, tutto è tranne che innamorata di qualcuno. Ma alle volte, le apparenze ingannano. Una donna si può fingere pazza per tradire e per trucidare il marito, si chiama vendetta. Ma la vendetta di Viviana Parisi non può essere andata oltre il confine della morte del figlio Gioele. Lo dicono i Mondello che Viviana fosse pazza. Per me una donna infelice che cercava di scappare, sciogliersi dai gangli oppressivi di una tipica famiglia sicialiana. 

 

O crediamo alla pista satanico psichiatrica, oppure se mettiamo in fila il puzzle della sua vita, vediamo un'esistenza difficile, con pochi soldi, paura della disoccupazione, la possibile sconfitta di un'intera vita, nel progetto del marito Daniele di andare a vivere a casa dei genitori. Viviana Parisi era disperata, la sua vita era finita in un vicolo cieco da cui voleva fuggire a qualsiasi costo. Qualcuno o qualcosa l'ha tradita. Qualcuno che non l'amava sicuramente.

Bruto

CorSera.it Copyright 2020 

 

Viviana Parisi, un amico di famiglia: "Era già sparita altre volte con Gioele. Poi tornava e urlava dal terrazzo"

"Ha fatto davvero tanto per la moglie, già sette mesi fa erano chiari i problemi psichiatrici che assillavano Viviana Parisi".  A parlare è Emanuele Bonfiglio, gestore di una ditta di autobus per cui Daniele Mondello, il papà di Gioele, ha lavorato. "Prima di agosto, era già accaduto che la donna scomparisse, ma solo per alcune ore. Oppure, saliva in terrazza e iniziava a urlare ai vicini, leggendo passi della Bibbia: 'Siete tutti dei peccatori, diceva". Repubblica scrive che Daniele aveva lasciato il lavoro di autista di pullman per stare più vicino alla moglie.


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.