Giovedi' 02 Dicembre 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Economia
  • CORSERA CORONAVIRUS TRA ECONOMIA E PANDEMIA.FOLLIA APRIRE LE SCUOLE ITALIANE PRIMA DELLA FINE DI FEBBRAIO SAREBBE UN SUICIDIO ANNU...

CORSERA CORONAVIRUS TRA ECONOMIA E PANDEMIA.FOLLIA APRIRE LE SCUOLE ITALIANE PRIMA DELLA FINE DI FEBBRAIO SAREBBE UN SUICIDIO ANNUNCIATO

London 6 gennaio 2021 CorSera.it  a cura del dr.Matteco Corsini direttore scientifcico EUSG Enciclopedia Universale delle Scienze Giuridiche 

Ieri sera Boris Johnson ha annunciato che la Gran Bretagna andrà in letargo pandemico fino a metà febbraio. Credo che sia una giusta precauzione difronte al collasso delle loro strutture sanitarie e alla diffusione del ceppo " inglese " del coronavirus che sembrerebbe più aggrevviso di quello " cinese " . In Italia si sta tentando in ogni modo di riaprire le scuole dentro l'11 gennaio 2021, ma questa appare come una opzione scellerata dal momento che non ci sono ancora indicazioni circa l'efficacia del vaccino rispetto alla diffusione della infezione polmonare. Non sappiamo ancora se il vaccino Pfizer-BionTech abbia delle controindicazioni a medio periodo . Secondo me dovremmo andarci cauti con la somministrazione selvaggia del vaccino anticovid, se prima non capiamo che cosa accadrà agli esseri umani. Quindi se la vaccinazione va a rilento, meglio così,mai correre quando si tratta di sperimentare medicinali nel corpo umano. Sta di fatto che la pandemia corre, il virus muta e si rafforza, vedi ceppo inglese e adesso si parla anche di una variante australiana. Il gioco mediatico dei "saputelli " e dei " sapientoni " adesso è quello di criticare la lentezza della macchina sanitaria italiana, mentre al contrario un pò di " riflessione " è utile e necessaria.

Andiamoci piano adesso che l'umanità ha conquistato un nuovo traguardo come la produzione dei primi vaccini. Non sappiamo che cosa sarà dei vaccinati tra 6 mesi o un anno o magari tra due anni. L'organismo umano è forte e nel contempo delicatissimo. Se qualcosa andasse di traverso, tutte le autorità sanitarie dei paesi occidentali, sarebbero costrette e a fare retromarci all'istante, causando un pandemonio. La profilassi anticovid-19 deve andare a rilento inutile correre. Se c'è una regola nella vita è quella di verificare attentamente ogni fattore di una azione che si deve compiere o subire come in questo caso. Anche quando siamo perfettamente cosciente di aver imparato a memoria una procedura scientifica, meglio ripetere una due volte o anche tre, l'operatività. Mai credere "Lo so a memoria "  e " non posso sbagliare " . Non credo all'efficacia del vaccino Pfizer senza effetti collaterali. Il mio consiglio è " osserviamo " con attenzione che cosa succede e nel frattempo stiamo a casa quanto più possibile. La società umana , intendo quella produttiva , potrà organizzarsi con lo smart working e diversificando gli orari di lavoro su quattro turni giornalieri. C'è chi andrà al lavoro alle 6 del mattino e chi 8 ore dopo e chi comincerà alla sera tardi e chi sarà impegnato alla notte. La pandemia avrà fatto girare la Terra più rapidamente rispetto ai canoni operativi della società controllata del sistema produttivo. Niente di male, niente di meglio direbbero altri. I miei team partono alle 15.00 ovvero 3 pm e si allungano per 6/8 ore di lavoro. Per noi non è cambiato nulla, anzi possiamo dedicare più tempo ai mercati esteri, che operano in orari diversi rispetto al nostro. L'economia è globale, dobbiamo adeguarci a ritmi diversi e organizzarci per rispondere alle nuove esigenze anche sanitarie . Niente di male e niente di meglio. Dunque per tornare alla scuola, anche nell'appredimento è necessario più tempo. Vedo e incontro tanti studenti di giurisprudenza e tanti avvocati che non hanno ancora ben chiari concetti fondamentali del diritto. Mi domando dunque perchè correre quando la conoscenza si sviluppa nel tempo . L'ossessione della " velocità " o della "rapidità " non funziona neanche a scuola. Il nostro corpo docente non conosce l'inglese nella sua massima parte. Come dire che gli insegnanti della scuola romanica non conoscevano il latino. Sarebbe stato assurrdo, come del resto lo è adesso. I programmi scolastici italiani sono antiquati e alle volte sterili. Non c'è alcun innesto nella vita di tutti i giorni e nessuno stimolo alternativo allo studio in senso accademico. Se non esistono " app" del sistema scolastico verso la realtà, studiare diventa alle volte del tutto improduttivo di risultati operativi. la maggior parte del nostro corpo docente italiano non ha un doppio lavoro e vive dello stipendio da insegnante. Per dare forza e vigore al nostro sistema scolastico sarà dapprima necessario assumere professori capaci e già introdotti nel sistema economico  e lavorativo di alto livello. Studiare non significa ingozzarsi di nozioni che non si comprendono, ma andare alls sintesi della logica deduttiva. Le nostgre scuola partoriscono incapaci e ignoranti ad ogni livello, gente che poi cerca il lavoro fisso e non è abituata a pensare a combattere in trincea. Far correre questi asini alla scuola italiana significa condannarli ad un futuro di fallimenti. La scuola deve essere riformata , nei programmi dovrebbero essere creati i " gruppi di lavoro " assistiti da professori operativi nei più disparati settori della nostra economia. Allora sì il nostro sistema scolastico potrebbe affiancarsi al mondo delle imprese e creare una generazioni di studenti super concorrenziali .Nella scuola italiana si dovrebbe essere l'obbligo della lingua inglese, con la quale oggi si comunica in tutto il mondo e con i sistemi informatici. I team possono operare e lavorare in remoto con la stessa efficacia di una sessione in presenza e alimentarsi e sviluppare ragionamenti e conoscenze sempre più efficaci e competitive. La scuola italiana è oggi un grande asilo nido per ragazzi e professori e professoresse disoccupati e incapaci di trovare sbocchi nel mondo economico. Anticipare il ritorno in classe non farà altro che generare il diffondersi della pandemia a fronte di risultati scarsissimi. Il MIIUR dovrebbe impartire delle nuove linee guide e far assorbire i team di lavoro più promettenti dalle imprese e le aziende o da elementi che si possano dedicare a questo. Io potrei formare migliaia di nuovi operatori immobiliari studenti giovani per capire come lavorare cross-border,, assimilare la materia giuridica, i fondamentali di economia analisi dei bilanci o indagini tecnico urbanistiche. Potrebbero collegarsi migliaia di team che nel giro di 12/24 mesi essere pronti e operativi nel mondo del lavoro. Nel liceo italiani si perde tempo così come nelle università. Se non ci sono connessioni con l'esterno  si assimilano nozioni prive di riscontro nella operatività del sistema impresa. Ma d'altronde chi ci governa, non sà, ma pensa di sapere e dunque insegna, anzi amministra e legifera. 

 

CorSera.it Copyright 2021 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.