Lunedi' 18 Gennaio 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Esteri
  • CORSERA USA ASSALTO A CAPITOL HILL MANIFESTANTI PRO TRUMP ATTACCANO IL CONGRESSO. MORTA UNA DONNA ...

CORSERA USA ASSALTO A CAPITOL HILL MANIFESTANTI PRO TRUMP ATTACCANO IL CONGRESSO. MORTA UNA DONNA

Irruzione dei manifestanti pro Trump dentro gli edifici di Capitol Hill, una vittima e diversi feriti. Il Congresso era riunito per certificare la vittoria di Joe Biden. Il tycoon in un comizio ha arringato migliaia di suoi sostenitori arrivati a Washington per marciare contro il risultato del voto che il vicepresidente Pence - dopo la richiesta di Trump - ha rifiutato di ribaltare: "Non ho l'autorità per farlo". Alla fine Il tycoon twitta: vittoria rubata ma tornate a casa.

Le parole di Donald Trump incendiano l'America: dopo il comizio a Washington del presidente sconfitto dal voto - "Non concederemo la vittoria, non ci arrenderemo mai" - i suoi sostenitori hanno lanciato un assalto senza precedenti al Campidoglio, dove il Congresso stava certificando l'esito delle presidenziali e la vittoria del democratico Joe Biden. Assalto che è costato la vita a una donna, diversi feriti e almeno 13 arresti, e un danno senza precedenti alla democrazia americana.  Assalto al Congresso, morta una donna, feriti e arresti La polizia di Washington e la Guardia nazionale sono intervenute dopo che la folla di manifestanti pro-Trump - alcuni dei quali armati - ha fatto irruzione negli edifici del Congresso mentre era in corso la speciale sessione plenaria per la certificazione della vittoria di Joe Biden alla presidenza. Per la prima volta si sono visti agenti con le pistole puntate all'ìnterno del Campidoglio.

I sostenitori di Donald Trump hanno marciato verso Capitol Hill, tra loro vera e propria milizia organizzata, anche sfondando le barricate della polizia, al grido di "Fight for Trump" e "Stop the Steal". Secondo Fox, vi sarebbe stato un allarme bomba. La polizia ha poi ordinato l'evacuazione degli edifici della Camera, del Madison Building e della Madison Library of Congress. Tutti i parlamentari sono stati scortati in un luogo sicuro.  Una donna, che manifestava a favore di Trump, è stata centrata al petto da colpi di armi da fuoco all'interno del Congresso ed è poi morta per le ferite riportate. Lo riportano alcuni media americani, fra cui Fox, citando fonti mediche, di cui è stato chiesto l'intervento. I leader di Senato e Camera sono stati evacuati in luogo sicuro e segreto, dopo l'irruzione dei manifestanti pro Trump. Sospesa la seduta per la conferma della vittoria di Biden I lavori di Camera e Senato sono dunque stati sospesi, dopo che sostenitori di Trump hanno preso d'assalto il Campidoglio di Washington per protestare contro la vittoria di Biden. Con un certo ritardo, è intervenuta la Guardia Nazionale. Gas lacrimogeni sono stati usati nella storica rotonda del Campidoglio. Per questo ai parlamentari è stato ordinato di indossare la maschera anti gas e di restare distesi a terra, come hanno riferito due di loro su twitter. La polizia ha tirato fuori le armi.   Il tweet di Trump: "Andate a casa" "Questo è quanto accade quando una vittoria elettorale sacra e schiacciante viene strappata brutalmente ai grandi patrioti che sono stati trattati male e ingiustamente da così tanto tempo. Tornate a casa con amore e in pace. Ricorderete questo giorno per sempre!". Così su Twitter il presidente uscente ha deciso alla fine di tentare di calmare gli animi ed evitare il peggio. These are the things and events that happen when a sacred landslide election victory is so unceremoniously & viciously stripped away from great patriots who have been badly & unfairly treated for so long. Go home with love & in peace. Remember this day forever! — Donald J. Trump (@realDonaldTrump) January 6, 2021   La reazione di alcuni deputati Dopo l'accaduto degno di una scena da guerra civile, considerata senza precedenti,  la deputata democratica Ilhan Omar, una delle componenti dello squadra di Alexandria Ocasio-Cortez, sta preparando gli articoli per l'impeachment di Donald Trump dopo le proteste in Congresso. Lo annuncia la stessa Omar su twitter. "Non possiamo permettergli di restare in carica", twitta Omar.  Il deputato democratico Ted Lieu invece chiede al vicepresidente Mike Pence di invocare il 25/o emendamento e rimuovere Donald Trump. Il 25/o emendamento della costituzione americana prevede che il vicepresidente prenda i poteri nel caso il presidente muoia, si dimetta o sia rimosso dal suo incarico. A differenza dell'Iipeachment, dunque, consente di rimuovere il presidente senza che sia necessario elevare accuse precise. È sufficiente che il vice presidente e la maggioranza del governo trasmettano una lettera al congresso sostenendo che il presidente non è più in grado di esercitare i poteri e i doveri del suo ufficio.   Trump: non ci arrenderemo, non concederemo mai la vittoria Nella mattinata Donald Trump oaveva detto "Non ci arrenderemo mai", mentre la folla sterminata intonava lo slogan "Stop the Steal" ovvero  "Fermeremo il furto" dei voti. "Non ci arrenderemo mai, non concederemo mai" la vittoria: Donald Trump ha esordito così davanti ad alcune migliaia di fan radunatisi nel parco a Sud della Casa Bianca per la manifestazione 'Save America' contro i brogli. "Sono il presidente più votato della storia americana, con questi numeri non c'era nessuna possibilità di perdere", ha detto.  La procedura di ratifica dell'esito del voto La procedura è affidata al vicepresidente Mike Pence, numero due della Casa Bianca. Il magnate ha ribadito "spero che Mike faccia la cosa giusta. Lo spero perché se Mike Pence fa la cosa giusta vinciamo l'elezione". Ma la risposta del vicepresidente stronca l'ultimo tentativo di 'the Donald' di capovolgere il risultato elettorale: "La presidenza appartiene agli americani. Non ritengo che i padri fondatori volessero investire il vicepresidente con l'autorità unilaterale di decidere quali voti devono essere contati e quali no", si legge in un comunicato che conferma l'opinione degli esperti costituzionali: il vicepresidente non ha alcun potere, in base alla Costituzione, per rifiutarsi di accettare la certificazione del risultato delle elezioni presidenziali da parte dei singoli Stati.   - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/fan-di-trump-tentano-irruzione-dentro-capitol-hill-Congresso-in-lockdown-8148e751-d980-432e-8a90-070cd33852a1.html


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.