Domenica 25 Luglio 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Calcio
  • CORSERA EUROPEI 2020 ITALIA BELGIO DUE LAMPI DI BARELLA E INSIGNE ILLUMINANO LA STRADA PER LA SEMIFINALE DI WEMBLEY ...

CORSERA EUROPEI 2020 ITALIA BELGIO DUE LAMPI DI BARELLA E INSIGNE ILLUMINANO LA STRADA PER LA SEMIFINALE DI WEMBLEY

Monaco di Baviera 3 luglio 2021 CorSera.it

Italia Belgio, ci aspettavamo una partita come quella contro l'Austria. Catenaccio avversario e difficoltà ad entrare nelle linee avversarie. E invece il Belgio attacca e forse commette il suo errore fatale. Le incursioni tra le trinicee nemiche sono fameliche, improvvise, fulminanti e si chiudono con tiri mirati, su cui deve intervenire Donnarumma. Ma la tenaglia Belga dopo 15 minuti perde di intensità, diventa scivolosa, sul campo sembra piovere, e i pizzaioli italiani cominciano a stendere a far roteare la pizza in aria. E' uno spettacolo di palleggi e fraseggi, tra Barella, Insigne, Jourgigno e Verratti. Gli altri ci sono e partecipano alla sarabanda, ma i fantastici 4 menano il ritmo e aprono le danze, proprio sotto le gambe dei giganti belgi. Sono bastati due lampi di luce ad illuminare il cielo sopra Monaco di Baviera, due lampi di incontenibile felicità e di gioia. Barella Insigne si sono presi la scena e Lukaku è rimasto a guardare. Due goal sbagliati, uno dei quali salvato dalla coscia provvidenziale di Spinazzola, che subito dopo, come accade nelle favole più belle, dopo aver salvato l'Italia dal pareggio, si rompe. Il gigante del gioco sconfitto come Achille, dal suo tendine. L'Italia da leggenda entra in una sua nuova fase. Il Belgio è una bella squadra, dentro ci sono campioni veri come Lukaku, Van De Bruyne e quello straordinario folletto di Doku. I tre si alternano nelle scorribande in area azzurra, ma ci pensa Donnarumam a salvare la porta italiana. Il portiere italiano si stende e vola in aria come l'uomo ragno. Il primo tempo si chiude con un rigore assegnato al Belgio, che già sembra un condannato a morte. Lukaku segna ma non fa effetto, non da emozioni. Il Belgio è condannato, due goal in venti minuti sono sufficienti per far capire chi è la squadra più forte. Il circo belga dei diavoli rossi deve fare ritorno in patria. L'Italia è davvero più forte e il Gigante Achille è nei nostri cuori come ormai fosse anche lui diventato leggenda.


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.