Venerdi' 03 Dicembre 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Immobiliare
  • CORSERA CASAVO LA ROTTOMAZIONE IMMOBILIARE DELL'ISTANT BUYER DEI MIRACOLI. APPARTAMENTI SCASSATI TORNANO SUL MERCATO RISTRUTTURATI...

CORSERA CASAVO LA ROTTOMAZIONE IMMOBILIARE DELL'ISTANT BUYER DEI MIRACOLI. APPARTAMENTI SCASSATI TORNANO SUL MERCATO RISTRUTTURATI E GARANTITI, MA ATTENTI AL TRUCCO E FORSE AL BOTTO ALLA SUBPRIME

London 8 agosto 2021 CorSera.it 

Intervistiamo il dr.Matteo Corsini Fondatore e direttore scientifico Enciclopedia Universale delle Scienze Giuridiche ed Urbanistiche, Agente immobiliare professionista, uno dei maggiori esperti del diritto urbanistico nella città di Roma.

"Quando si acquista una casa, dobbiamo essere molto prudenti e verificare bene la parte amministrativa e ci vogliono mesi alle volte. Gli slogan di Casavo sono come quelli di Lucignolo che rivolgendosi a Pinocchio, gli declamava la bellezza del Paese dei Balocchi ." 

"Casavo è un istant buyer e dietro questo slogan si nasconde qualcosa che non funziona? "

"Casavo è l'istant buyer della rottamazione immobiliare, acquista senza alcuna verifica integrale della documentazione ( loro stesso lo ammettono almeno così ci ha scritto il loro ufficio stampa ) . Diciamo che per i venditori di rottami ( vale a dire case senza certificazini amministrative ) può senza alcun dubbio rappresentare un sistema per saltare a piè pari i loro obblighi e doveri di trasparenza, ma per l'acquirente di Casavo, mi guarderei bene dall'acquistare gli immobili senza aver prima effettuato indagini amministrative approfondite." 

"Recentemente mi pare che Ella ha denunciato diverse agenzie immobiliari che trafficano nel mercato degli immobili che si potrebbero definire "scassati" e che sono inagibli, non conformi e irregolari. "

"Beh ne ho denunciate decine e decine, agenti immobiliari, colleghi che sono evidente scarto del sistema scolastico tradizionale e che vanno in giro per confezionare " sole " agli acquirenti . Ci sono migliaia di annunci che riportano immobili inagibili, palazzi e appartamenti . Casavo fa come loro,acquista, accetta la dichiarazione sostitutiva e poi via sul mercato a vendere bidoni , vale a dire case la cui documentazione amministrativa non è affatto verificata sotto gli stringenti profili della legittimità e della conformità edilizia. Sono rottamazioni che si avvalgono del notaio di fiducia, quale ufficio condoni di ultima istanza. " 

 

"Qui a Londra siamo sempre curiosi della novità e se mentre stai comodamente sdraiato in riva al mare, qualcuno ti suggerisce di vendere la tua casa senza alzare un dito e in una decina di giorni, e allora mi viene da sognare al Paradiso terrestre, al paese dei Balocchi, insomma a quella fortuna che ognuno di noi attende da anni, sotto forma di vincita alla lotteria, ma che quasi sempre finisce di .....le nostre migliori fantasie. Casavo l'istant buyer italiano promette al mercato di acquistare le case nel giro di 30 giorni preoccupandosi di sollevare i venditori anche da ogni grana amministrativa. 30 giorni, un miracolo, quelli di Mosè davanti alle acque del Mar Rosso. Casavo sostiene di aver acquistato 1800 immobili e di averli rivenduti con discreto margine."

"La parte amministrativa viene di fatto delegata a tecnici interni e al notaio, che avvaldensoi della Legge ponte n. 765/1967 , la famigerata dichiarazionie sostitutiva ante 1967, legalmente trasferiscono beni immobiliari, la cui effettiva legittimità urbanistica non è integralmente compiuta e che potrebbe essere verificata soltanto in presenza delle planimetrie di impianto, o degli elaborati grafici della domande di condono o delle successive di post operam. Se questa documentazione è assente, il cliente potrebbe rimanere sdraiato al mare anche due anni, prima che Casavo le individui. "

"Dunque Casavo non effettua alcuna ricerca intergrale della documentzaione che ne attesterebbe legittmità e conformità edilizia? "

"Esatto, loro stessi me lo hanno proprio scritto. "

" Ma forse qui c'è il trucco, che non si vede e che noi cercheremo di far capire ai malcapitati acquirenti delle case Casavo. Se ho una macchina rotta, e qualcuno mi garantisce di sistemarmela in 30 giorni, e che mi trova anche il libretto di circolazione, e per effetto della magia miracolistica, mi acquista l'automobile a prezzo di mercato, coon appena l'8% di sconto, dovrei essere contento. E infatti i venditori potrebbero anche esserlo.

 

Casavo in 30 giorni che cosa dichiara di poter fare.

Sono sdraiato in riva al mare e l'istant buyer arriva come il vento dei Re Magi e nel giro di 30 giorni mi individua atto di proveniena e relativo elaborato grafico della planimetria di impianto o licenza di costruzione ( oggi permesso di costruire) i relativi elaborati grafici, la documentazione dell'imbocco alla rete fognaria, le certificazioni degli impianti dello stabile elettrici, idraulici e dell'ascensore, ma non solol, anche il collaudo statico del palazzo e dell'appartamento, verifica che nello stabile non vi siano stati effettuati altri interventi e per magia, trova anche le certificazioni post concessione in sanatoria ad esempio presso l'ufficio condoni del Comune di Roma. Tutto questo come potrete capire si traduce in una sola parola: pubblica ingannevole, burla, raggiro, pasticciaccio all'italiana. Il venditore vende a prezzo di mercato con un modesto sconto dell'8%, Casavo si riempie di immobili che avrebbero necessità di avere una messa a punto ( due diligence tecnico urbanistica) di almeno 2 o 3 mesi o forse 6 o addirittura 12 o 18 e per i casi più gravi di anni. Ma Casavo garantisce la regolarità urbanistica dei loro immobili, anzi come ha scritto il lor ufficio stampa " che vi siano i requisiti ". In sostanza, Casavo è l'istant buyer della rottamazione immobiliare, nessuna verifica urbanistica, se non nella dichiarazione sostitutiva ante 1967

( una trappola legale ) e poi via, lavori di ristrutturazione e poi evvai, vendita al primo citrullo di turno che è andato direttamente da loro, senza passare per un agente immobiliare professionsta (parlo dei laureati in giurisprudenza e con speciliazzazione in diritto urbanistico) . Nessuna verifica della legittimità e della regolarità, soltanto bufale, frittate con le cipolle, di quelle che fanno puzzare l'alito.

"Pertanto torno a ribadire ai tanti amici clienti e potenziali acquirenti, non andate mai di fretta quando acquistate un immobile, nno fidatevi mai della dichiarazione ante 1967 e chiedete sempre ad un agente immobiliare esperto di controllare l'intera documentazione amministrativa, quella autorizzata da impianto di sapere se c'è il collaudo statico e se il medesimo è stato aggiornato a seguito dei lavori eseguiti negli altri appartamenti del condominio, e se vi sono i certificati degli impianti, elettrico, idraulico, fognatura ecc.ecc. "

"Quali le conclusioni ?"

"Non so quanti milioni stia drenando Casavo dal mercato e non posso dire se quel debito sia sostenibile a lungo andare. QUel che è certo che il mercato si sta rimpeiando di appartamenti acquistati a debito da un operatore, che ne sta facendo incetta, e che alla fine , dovessero rimanere invenduti, rischirebbe di fare un botto alla subprime! Se gli acquirenti diventeranno più prudenti e incaricheranno dei bravi tecnici, alla fine le mancanze di natura amministrativa potrebbero diventare sempre più evidente e un mercato che conosce, evita la strada più pericolosa per prendere quella più saggia e sicura. " 

"Quale morale ? "

"La morale è che un agente immobiliare laureato che non si fida di nessuno e neanche del notaio, si guarda le carte, effettua un servizio unico al suo cliente, per questo guadagna e vive onestamente, senza vendere sogni mirabolanti, che sono frutto di una campagna pubblicitaria ben orchestrata per attirare i polli, gli acquirenti in un pollaio dove le auto da rottamare sono diventate auto di lusso d'epoca e rarissime. Se volete aquistarle, ricordatevi prima di accendere il motore, anzi, ancora prima  di alzare il cofano e vedere se il motore c'è o è rimasto all'ufficio condoni del Comune di Roma."

 

AHAHAHAHAH 

 

Architetto Carlo Pagliai 

Sì, la stessa legge ponte e stesso riferimento normativo che ha segnato il passaggio epocale di estendere l’obbligo di licenza edilizia a tutto il territorio comunale, a prescindere dai regolamenti edilizi, piani regolatori e strumenti urbanistici di ogni tipo. La stessa legge è stata usata poi come profilo spartiacque dalla L. 47/85, in merito alle compravendite immobiliari. L’art. 40 della legge 47/85 dispone che per gli atti di trasferimento immobiliare, tra vivi, non possono essere rogati e sono nulli se il venditore: # Non dichiara gli estremi di: Licenza edilizia; Concessione edilizia; Concessione edilizia in sanatoria rilasciata; # Non allega copia, unitamente all’indicazione degli estremi di avvenuto versamento delle prime due rate dell’oblazione: domanda di concessione edilizia in sanatoria (Condono), munita degli estremi dell’avvenuta presentazione (protocollo e data di presentazione in Comune);

copia autentica della predetta domanda di concessione edilizia in sanatoria;

Lo stesso articolo 40 L. 47/85 concede una sorta di semplificazione in merito alla menzione degli estremi delle licenze edilizia: è possibile ovviare a menzionarle producendo una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, rilasciata dal proprietario o altro avente titolo attestante che l’opera risulti iniziata in data anteriore al 1° settembre 1967. Ante ’67, una dichiarazione per semplificare e omettere alcune licenze edilizie.

La dichiarazione “Ante ‘67” per gli atti notarili deve essere: emessa dal venditore ai sensi dell’articolo 4 della legge n. 15/1968; essere ricevuta e inserita nello stesso atto, ovvero in documento separato da allegarsi all’atto di compravendita; In genere però si riporta integralmente nella stesura testuale dell’atto, evitando di produrre un allegato (e la relativa attribuzione di marche da bollo, ecc).

Chiaramente, dichiarare questa circostanza merita alcune considerazioni poiché in caso di attestazione non veritiera potrebbero scaturire conseguenze pesanti, come appunto la nullità dell’atto notarile di compravendita. (di questo ne ho parlato molto nel mio libro, che ti presento:)

La falsa dichiarazione “Ante ‘67” è sufficiente per rendere nullo l’atto di compravendita Ipotizziamo che la costruzione sia stata costruita in epoca successiva al 1° settembre 1967, cioè dopo l’entrata in vigore della legge ponte, ad esempio l’anno 1971. E ammettiamo pure che il venditore all’atto notarile dichiari invece che la costruzione sia stata iniziata prima del 1° settembre 1967. In questo caso, una volta accertata la falsità della dichiarazione Ante ’67, crolla il presupposto di validità dell’atto notarile, e della sua commerciabilità.

Questa considerazione deriva dall’importante sentenza di Cass. Civile a SS.UU. n. 8230/2019, con cui è stato profondamente analizzato il regime di commerciabilità e nullità degli atti notarili di compravendita immobiliare.

Dopo una lunga e complessa disamina congiunta degli articoli 46 del D.P.R. 380/01 e art. 40 L. 47/85, la sentenza perviene a conclusione che la sanzione di nullità dell’atto di compravendita scatta quando la dichiarazione è non veritiera. Ciò vale sia per gli estremi dei titoli abilitativi suddetti, ma anche per la dichiarazione Ante ’67.

Affinché si possa considerare veritiera, occorre che la dichiarazione Ante 67 sia davvero riscontrabile come epoca di costruzione e che sia riferibile all’immobile oggetto di compravendita. Al contrario, in caso di dichiarazione reale, veritiera e riferibile all’immobile, il contratto di compravendita è efficace (cioè non nullo), a prescindere dal profilo della conformità urbanistica o delle difformità presenti sulla costruzione realizzata. In caso contrario, la dichiarazione Ante ’67 non veritiera (o mendace) va assimilata alla mancanza di essa, e all’indicazione degli estremi delle licenze edilizie inerenti la stessa dichiarazione (Cass. Civile a SS.UU. n. 8230/2019) Per cui siete avvisati.

Copiato da: https://www.studiotecnicopagliai.it/ante-67-nullita-compravendita-per-falsa-attestazione-inizio-costruzione-ante-legge-ponte/ - Copyright Carlo Pagliai


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.