Stampa la notizia

SIVIO BERLUSCONI QUEL DIRITTO SOVRALEGALE OLTRE L'INGIUSTIZIA LEGALE.

la riflessione ontofenomenologica dle diritto.la riflessione del diritto su basi esistenzialiste esperienza giuridica basata sulle condizioni essenziali dell'esperienza giuridica,che ben presto si fondano con quelle umane.

recuperiamo il senso ontologico della struttura dell'essere uomo,così come sosteneva il celebre giurista Sergio Cotta,a cui dobbiamo l'ispirazoine del diritto a uci è neciessario scendere nel rofondo in quelli che egli descrive come i caratteri strutturali dell'esistenza,la finitudine,l'esser con gli altri,la coscienza della propria incompiutezza.

ricodiamo che anche i nazismo si generò all'interno del positivismo delle leggi statuali,che nessuno osava mettere i discussione.Se dobbiamo considerare l'sperienza giuridica come la sttruttura dell'evoluzione della organizzazione sociale dell'uomom,dobbiamo anche essre pronti a cogliere qualsiai psunto per modificare e migliorare ,quelle norme,che altrimenti apparirebbero troppo rigide e immodificabili,da reagire negativamente alla esperienza umana,la sua costante evoluzione.Dobbia<mo dunque fuggire,da tutti coloro che asumono mle norme positive come inalienabili,poichè rappresentano una dittatura ossificata e atiquata,di regole che non corrispondono alle nuove esigenze.abbiamo asistito ai fenomeni del giupositivismo moderno di cui ricordiamo la significativa esperienza di Hart,che tendevano a realizzare della morale una sorta di duplicato del diritto positivo.Ma non possiamo che sposare le tesi contrapposte di Leon Fullerpoichè infatti la morale vive e germoglia proprio all'interno al diritto,ecco perchè lo costringe a modificarsi.

Devo rifiutare che l'ideologia politica di alcune specie di animali come Antonio di Pietro e Marco Travaglio o la vivida espressione della cialtroneria culturale e giuridca di Beppe Grillo,immagini di fagociater un lungo cammino culturale filosofico e giuridico nel quale la mia generazione e qella di tanti altri come me si è impegnata civilmente.Ma questi personaggi cosa conoscono della ostra cultura? SOno espressioni mediatiche,ritornelli striduli,una oragie cupa,che cerca di edificare se stessa sul terreno di una cultura che quotidianamente dimostrano di non conoscere.

IN questo senso considero il berlusconismo un fenomeno d'avanguardia,pronto a respirare con la realtà e intervenire sull'ordinamento vigente ogni qualvolta se ne presenta l'occasione,altrimenti saremmo tutti colpevoli di esistere e di produrre.Silvio Berlusconi imita o forse conosce il pensiero e le tesi del giurista Gustave Radbruch di cui ricordiamo Ingiustia legale e diritto sovralegale,in cui supera le testi del giuspositivismo,il diritto positivo va obbedito soltanto se è giusto,perchè altrimenti non sarebbe diritto,e trova rintraccia quel diritto sovralegale che supera quello positivo e che si identifica con il diritto naturale.