Stampa la notizia

CORSERA CRISI SPREAD MATTEO CORSINI MIR SVALUTAZIONE COMPETITIVA JENS WEIDMANN E' UN PAZZO VENGA NELLE BORGATE ROMANE

ROMA 11 FEBBRAIO 2013 CORSERA.IT

Elezioni regionali Matteo Corsini Mir Moderati in Rivoluzione candidato Regione Lazio collegio di Roma e provincia.

Non c'e' dubbio che l'Italia rischia il black-out nella sua economia.E' indispensabile svalutare l'euro quanto prima o si fermerano anche gli ingranaggi di esportazione,per non soffermarci sulle difficolta' del turismo.Siamo nelle mani della Germania,dell'ideologia economica di alcuni pazzi.Inviterei il governatore della banca centrale tedesca Jens Weidmann a farsi un giro per le borgate romane per capire com'e' la situazione.E' ora di spezzare il giogo dalle catene germaniche.Noi avremo la forza di farlo,non c'e' piu' tempo,qui e' in ballo il futuro del nostro paese.Anche il ruolo della BCE deve cambiare.Ma qualcuno ha capito che in Italia si rischia la rivolta armata?

Francoforte (Germania), 11 feb. (LaPresse/AP) - Qualsiasi tentativo di svalutare l'euro potrebbe ritorcersi contro l'area della moneta unica. A dirlo è stato il governatore della Bundesbank e membro di peso del consiglio direttivo della Bce, Jens Weidmann. Secondo il banchiere centrale tedesco le "svalutazioni decise a livello politico" non portano maggiore competitività. Inoltre, ha aggiunto Weidmann, gli indicatori suggeriscono che l'euro "non è seriamente sopravvalutato". La moneta unica si è rafforzata di recente, facendo crescere la preoccupazione per le esportazioni dai 17 Paesi dell'eurozona. Il presidente della Bce, Mario Draghi, ha dichiarato soltanto che l'Eurotwer sta monitorando l'effetto sui mercati di un euro più forte.

Inserisci il testo della notizia