CORSERA CORONAVIRUS NEW YORK ORRORE AD HART ISLAND, LA CITTA' DEI MORTI VIVENTI .LA PROFEZIA DI BARACK OBAMA 2014

NEW YORK 11 APRILE 2020 CORSERA.IT by Alan Parker ai confini del mondo conosciuto

Corsera.it Copyright 2020 

Il mondo moderno ha conosciuto un grande leader politico Barack Obama.In un suo discorso del 2014 una profezia e un programma sanitario planetario, che qualora fosse stato realizzato, la storia del Covid-19,  avrebbe avuto un altro esito. ( Il video di Barack Obama ) 

New York la città dei morti viventi. Nei grandi caseggiati nella periferia, gli uomini e le donne si trasformano in Zombie, dei morti viventi, senza poter fuggire dalle loro case, stroncati dalla infenzione da Covid-19, asfissiati come dentro una camera a gas. Gli Zombie di New York, esseri umani straziati dalla malattia,  hanno trovato casa, in uno dei luoghi di sepoltura più sinistri degli Stati Uniti d'America, le famigerate fosse comuni ad Hart Island, isola del Bronx a New York City, usate da sempre per seppellire moribondi senza casa e senza famiglia, galeotti, cadaveri di pazienti infettati, malati di hiv, tubercolosi. E' l' isola dei morti viventi, come la chiamano nella Grande Mela. La pandemia da coronavirus sembra aver trovato la sua dimora ideale nei grandi caseggiati della periferia americana, come fotogrammi di storia che suonano sinistri, rituali funebri per i morti di peste nera, nella laguna dimenticata di New Orleans, canti che provengono dall'oltretomba.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti